famiglia ucraina agenti

Pagare 200 euro per fuggire dalla guerra in Ucraina: c’è chi specula sulla pelle dei profughi

E a quanto pare molte donne che viaggiavano da sole sono scomparse

C’è gente priva di cuore che specula sulla pelle dei profughi che tentano di lasciarsi alle spalle morte, distruzione, tragedia. Qualcuno è arrivato a farsi pagare 200 euro per fuggire dalla guerra in Ucraina, potendo avere un passaggio sicuro verso altri paesi. L’allarme è stato lanciato dai centri profughi di Przemysl e Korczowa, che dicono anche che aumentano i casi di donne sole scomparse nel nulla.

100 profughi ucraini

“Safe passage in Ukraina” di Mediterranea Saving Humans è un’iniziativa che ha già portato al sicuro 177 persone che scappavano dalla guerra. In particolare famiglie composte principalmente da mamme e figli, ma anche coppie, singoli.

7 le nazionalità a cui apaprtengono: ucraini, ma anche russi, uzbeki, georgiani, italiani, ecuadoriani, colombiani. L’associazione italiana, che opera anche nel salvataggio di migranti in mare, è attiva al confine polacco-ucraina e sulla frontiera tra Leopoli e Medyka. I volontari, però, denunciano una situazione davvero terribile.

I volontari parlano di vere e proprie speculazioni sulla pelle di chi scappa dalla guerra. Presso i centri di raccolta, infatti, ci sono persone che chiedono soldi ai profughi per portarli in territori sicuri, a bordo di bus e van.

L’associazione ha denunciato che si arriva a pagare dai 140 ai 200 euro a persona, bambini compresi, per sperare nella salvezza. Spesso chi scappa dalla guerra è povero, non ha nessuno dove andare, è disperato, non ha soldi con sé: e ci sono persone che si approfittano di loro.

40 profughi ucraini hotel

Pagare 200 euro per fuggire dalla guerra in Ucraina, una vergogna

Oltre alla vergogna dei passaggi a pagamenti per tutti i disperati che cercano di mettersi in salvo e mettere in salvo le proprie famiglie, c’è anche un altro fenomeno che desta preoccupazione. Molte donne che viaggiavano da sole sono scomparse ed è per questo che nei centri sono aumentati i controlli.

famiglia ucraina agenti

Si tratta di persone registrate in ingresso nei centri profughi, ma non in uscita, che non si trovano più di nessuna parte. E sono tutte donne giovani sole o mamme sole con bambini piccoli: alcuni cartelli sconsigliato alle donne di fidarsi di persone che non conoscono e di affidarsi solo alle organizzazioni accreditate nella struttura.

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"