Paolo Marangon morto

Paolo Marangon, picchiato da un vicino, ha perso la vita a 67 anni

Paolo Marangon avrebbe urtato un vicino 26enne, che poi lo avrebbe picchiato e fatto cadere: dopo giorni di agonia il 67enne è deeceduto

Si chiamava Paolo Marangon l’uomo di 67 anni che è venuto a mancare nella serata di ieri, dopo che nei giorni precedenti aveva avuto una colluttazione con un vicino di casa 26enne. L’anziano aveva inavvertitamente urtato il giovane nelle scale del condominio e a quel punto il ragazzo lo avrebbe preso a schiaffi e fatto cadere a terra.

Paolo Marangon morto

Scene folli in Italia negli ultimi giorni, che purtroppo hanno visto diverse persone perdere la vita troppo presto.

Giorni fa, nel parcheggio del Policlinico San Donato di Milano e nata una lite tra un uomo pregiudicato di 62 anni e un medico della struttura, dopo un tamponamento. Il primo ha preso un machete ed ha colpito il dottore alla testa, riducendolo in fin di vita.

Domenica mattina, poi, nel quartiere Fidene di Roma è avvenuta una vera e propria strage. Un 57enne è entrato nel gazebo di un bar dove si stava tenendo un’assemblea condominiale e, armato, ha sparato diversi colpi di pistola, togliendo la vita addirittura quattro donne.

Sempre nei giorni scorsi è avvenuto un altro alterco simile, che questa volta è costato la vita ad un uomo di 67 anni. L’episodio è avvenuto nella zona Sottomarina di Chioggia, in Veneto.

Paolo Marangon morto dopo giorni di agonia

Paolo Marangon morto

Ricostruzione dei fatti. Paolo Marangon, un uomo di 67 anni, stava uscendo da condominio popolare in cui abitava, in compagnia di una sua amica. Nel passare in un corridoio, avrebbe urtato inavvertitamente un ragazzo di 26 anni, che come lui abitava in quel palazzo.

Da lì, tra i due sarebbe scoppiata una lite che poi si è trasformata in rissa, con il 26enne che ha tirato degli schiaffi all’anziano. Quest’ultimo è poi caduto, battendo violentemente la testa a terra.

Paolo Marangon morto

La prima a soccorrere l’uomo è stata l’amica che era con lui. Data la gravità della situazione è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118, che hanno prelevato l’uomo e lo hanno trasportato all’ospedale di Mestre.

Per giorni i dottori hanno cercato di salvare la vita di Marangon, ma nella giornata di ieri hanno dovuto arrendersi e constatare il suo decesso.

Il 26enne, fermato dai Carabinieri, dovrà ora rispondere dei reati a lui contestati.