Perché è importante favorire la parità di genere nel lavoro

Favorire la parità di genere nel lavoro è fondamentale. Per ridare dignità a ogni lavoratore. E anche per migliorare la produttività!

Home > Attualità > Perché è importante favorire la parità di genere nel lavoro

La parità di genere nel lavoro è fondamentale. Non deve essere solo un proclama a cui poi non seguono i fatti. I dati più recenti ci dicono che la parità di genere in Italia è ancora un miraggio. Il gender gap non è ancora stato colmato. E a risentire di questa situazione sono le lavoratrici italiane, non abbastanza tutelate, pagate, difese, considerate. Ma cari imprenditori, lo sapete che anche la vostra produttività è a rischio?

gender gap

Favorire quello che viene definito come gender balance, da contrastare al gender gap, è fondamentale. L’equilibrio di genere nei luoghi di lavoro è secondo gli esperti la chiave per migliorare l’economia mondiale. Come si favorisce l’equilibrio di genere? Assumendo più donne e combattendo il sessismo in ufficio.

Una recente ricerca dell’International Monetary Fund pubblicata sul The Guardian, infatti, ci informa che assumere più donne anche in posizioni strategiche di ogni azienda aiuterebbe a creare un incremento del 35% dell’economia globale. Uno studio condotto invece dall’Harvard Business Review sostiene che il gender balance aiuterebbe a raggiungere entro il 2025 28 trilioni di PIL mondiale.

L’equilibrio di genere nei posti di lavoro non solo migliora la produttività (e quindi i guadagni), ma è anche in grado di migliorare le condizioni psicofisiche dei lavoratori stessi. Un sondaggio di Reuters, che è stato condotto su più di 1000 lavoratori, rivela che il mix di genere aumenta la felicità sul lavoro, la soddisfazione del proprio ruolo. E quindi la produttività. Di contro, riduce l’assenteismo.

parità di genere nel lavoro

Un altro studio sul Gender Balance condotto dal Gruppo Sodexo svela, poi, che a migliorare è anche il brand awareness, con un aumento del 5% rispetto a chi non propone un bilanciamento di genere in azienda. Oltre che il 12% in più di fidelizzazione del cliente, il 13% in più di crescita, il 23% in più di fatturato e una minore incidenza di infortuni sul lavoro.

Insomma, l’equilibrio dei generi fa bene ai team di lavoro. Quindi via libera ad ambienti id lavoro inclusivi, attenti all’inclusione e alla diversità. “L’equilibrio di genere nelle aziende apporta vantaggi concreti anche in termini di performance e pertanto risulta essenziale, ma si tratta di una trasformazione culturale che richiede consapevolezza e determinazione“, sottolinea Nadia Bertaggia, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Sodexo Italia.