il vero Andrea Bonafede

Parla l’ex compagna di Andrea Bonafede

Non sapeva nulla, il racconto dell'ex compagna di Andrea Bonafede: "L'ho lasciato non appena ho saputo. Mi ha nascosto tutto"

Dopo la cattura del boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro, il suo prestanome Andrea Bonafede è stato accusato di favoreggiamento aggravato e associazione mafiosa.

il vero Andrea Bonafede

Aveva ceduto la sua identità all’ex latitante più ricercato d’Italia. Un documento d’identità, timbrato dal comune e perfino una casa acquistata a suo nome.

Dopo giorni, a parlare è la sua ex compagna. Rosa Leone, questo il nome della donna, ha raccontato ai microfoni dei giornalisti di essere venuta a conoscenza di tutto soltanto dopo l’arresto di Messina Denaro.

L’uomo che amava e che rivela di amare ancora oggi tantissimo, le ha nascosto tutto.

Quando l’ho saputo ci sono rimasta malissimo. Avevo una bomba dentro casa e non lo sapevo. Tra me e Andrea Bonafede è finito tutto. L’ultima volta che l’ho visto, è stato mercoledì.

L’ex compagna del prestanome del boss ha poi rivelato di averlo affrontato successivamente all’arresto di Denaro. E secondo il suo racconto, Bonafede lo avrebbe fatto per paura, perché lo avevano minacciato.

Laura Leone ha spiegato di essere stata la sua compagna per 11 lunghi anni:

Adesso però l’ho lasciato. Mi ha detto: ‘Scusa Rosa ma che dovevo fare? Iddu si è presentato da me e mi ha chiesto i documenti’. I due si conoscono da quando erano ragazzi, gli inquirenti hanno sequestrato il telefonino anche a me.

Chi è Andrea Bonafede

il vero Andrea Bonafede
CREDIT: IL CORRIERE DELLA SERA

Andrea Bonafede è un geometra di 59 anni e un contadino di Campobello di Mazara, conosciuto in tutta la zona con il soprannome di ‘Capellone‘.

Gli inquirenti hanno diffuso sul web le sue vere foto, un uomo calvo e con spessi occhiali di colore nero.

Conosceva l’ultimo boss di Cosa Nostra fin da quando erano ragazzi. Il padre di Matteo Messina Denaro, conosciuto come ‘Don Ciccio’, era un amico stretto dello zio di Andrea Bonafede, il capomafia Nardo, scomparso due anni fa.

Matteo Messina Denaro latitante alla luce del sole

il vero Andrea Bonafede

Ma come ha fatto Messina Denaro a camminare per strada, libero, senza che nessuno lo riconoscesse? Gli inquirenti vogliono vederci chiaro e stanno perlustrando l’intera zona, alla ricerca dei nascondigli del boss.

Sembrerebbe, dalle notizie emerse, che la scoperta più importante sia stata fatta all’interno dell’appartamento intestato proprio a Bonafede. Un’agenda dell’ultimo padrino con nomi, appuntamenti e la sua contabilità.