Perde la vita a 35 anni

Un ragazzo atletico e senza vizzi, perde la vita a 35 anni. Nessuno immaginava l'"innocuo" motivo che lo ha portato a questa triste fine.

Mick Clarke ha inaspettatamente perso la vita in giovane età. Negli ultimi anni era diventato un grande sportivo, correva lunghe maratone e non aveva mai fumato. Tuttavia, il camionista è stato trovato senza vita dopo aver avuto un infarto. Fu allora che sua madre, Shani Clarke, si rese conto che suo figlio aveva uno stile molto meno sano di quanto avesse immaginato.

Mick ha perso la vita a soli 35 anni. Alcune settimane prima di perdere Mick, Shani lo accompagnò a lavare la macchina. Mentre stava portando fuori la spazzatura che era nel veicolo, si rese conto che c’erano troppe lattine di bevande energetiche.

Come ogni madre, cominciò a preoccuparsi ma non avrebbe mai immaginato che suo figlio stesse davvero bevendo fino a quattro di quei drink al giorno. “Spero che tu non stia bevendo troppi di quei drink.”

La conversazione non è andata molto lontano, Mick ha semplicemente scrollato le spalle e ha continuato a pulire la macchina. Ora, con il senno di poi, Shani ricorda che sentiva la televisione di suo figlio fino all’alba anche se doveva lavorare molto presto il giorno successivo.

L’unico sintomo che dimostrava che qualcosa non andava, lo ha confuso con un mal di stomaco. “I medici hanno detto che potrebbero aver confuso l’indigestione con quello che era stato in realtà un lieve infarto.

“Le bevande energetiche contengono un elevato contenuto di caffeina e gli esperti raccomandano di non consumare più di 400 mg al giorno di questa sostanza.

Tuttavia, ognuna delle lattine che Mick consumava aveva almeno 160 mg, il suo corpo ne era terribilmente assuefatto e sentiva sempre più il bisogno delle bevande energetiche. “Beveva quattro bevande energetiche al giorno e quando tornava a casa beveva anche diverse tazze di caffè “.

L’autopsia rivelò che Mick aveva doverse cicatrici del miocardio a causa di lievi infarti e che non lo sapeva. Quando meno se l’aspettava, il suo corpo è finalmente crollato a causa dell’effetto della caffeina. La bevanda energetica preferita di Mick era il marchio Monster.

Ora, Shani ha deciso di aumentare la consapevolezza del pericolo di queste bevande. Ha condiviso la storia di suo figlio e ha persino creato un gruppo su Facebook in modo che altre persone con questa dipendenza possano condividere il suo processo di recupero.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Vicenza, scoperto il possibile movente dietro l'omicidio di Alessandra Zorzin: cosa è emerso

Vicenza, scoperto il possibile movente dietro l'omicidio di Alessandra Zorzin: cosa è emerso

Norm MacDonald, star della televisione d'oltreoceano, è morto a soli 61 anni

Norm MacDonald, star della televisione d'oltreoceano, è morto a soli 61 anni

Mamma 23enne di 11 figli ne vorrebbe altri

Mamma 23enne di 11 figli ne vorrebbe altri

Caso Denise Pipitone: Sabrina, la ragazza della Tunisia, farà il test del DNA

Caso Denise Pipitone: Sabrina, la ragazza della Tunisia, farà il test del DNA

Omicidio Alessandra Zorzin, scomparso i telefoni della vittima e del suo assassino

Omicidio Alessandra Zorzin, scomparso i telefoni della vittima e del suo assassino

Tragedia a Napoli, bambino di 4 anni caduto dal terzo piano: è morto

Tragedia a Napoli, bambino di 4 anni caduto dal terzo piano: è morto

Il post di Piera Maggio dopo la richiesta di archiviazione di Anna Corona e Giuseppe Della Chiave

Il post di Piera Maggio dopo la richiesta di archiviazione di Anna Corona e Giuseppe Della Chiave