Pippo Caruso, “signore” di Sanremo si è spento. L’addio commosso di Pippo Baudo

Sappiamo bene che noi, umani, non siamo immortali e che arriva per tutti il momento di andare via e lasciare i nostri affetti. Oggi ci siamo svegliati con una triste notizia: è morto il maestro Pippo Caruso, storico direttore d’orchestra e spalla musicale di Pippo Baudo. Era nato 82 anni fa a Belpasso, in provincia di Catania ed era un noto volto del piccolo schermo.


Aveva diretto le orchestre Rai di Milano e Roma, le orchestre del Lazio, di Roma e l’orchestra sinfonica del Festival di Sanremo. Pippo Caruso era anche un noto compositore e autore. A dare il triste annuncio è Pippo Baudo, il suo amico da sempre che si dice “distrutto per la perdita”. I due erano conterranei e amici dai tempi dell’università. Pippo lo ricorda con commozione: “Ha segnato la storia della nostra canzone, un’epoca importante dello spettacolo e della cultura in Italia. Con lui se ne è andato un amico fraterno”. Aveva esordito in tv con Canzonissima, nel lontano 1973 quando aveva scritto la sigla “Ruota libera” per la presentatrice di allora del programma, Mita Medici. Da allora il suo nome è stampato a caratteri cubitali nella nostra memoria grazie alla frase di rito pronunciata tantissime volte da Pippo Baudo durante il festival di Sanremo: “dirige l’orchestra il maestro Pippo Caruso”.

Insieme a Pippo Baudo, Caruso aveva contribuito a lanciare nomi conosciuti e amati dello spettacolo, da Lorella Cuccarini a Heather Parisi.

Poi ci sono stati i numerosi programmi in cui Caruso è stato affianco di Baudo: Serata d’onore, Fantastico, Domenica In e Numero Uno.

Oggi, 29 maggio, ore 16, ci saranno i funerali di Pippo Caruso. I suoi amici e famigliari lo accompagneranno nel suo ultimo viaggio dopo una funzione religiosa che si terrà nella chiesa Santa Croce di Passo Corese, frazione del Comune di Fara in Sabina in provincia di Rieti.