Prato: parla il 14enne divenuto padre dell’insegnante-Oss

Per la prima volta si sfoga il ragazzino 14 enne che ha avuto rapporti con l'insegnante 35 enne

Home > Attualità > Prato: parla il 14enne divenuto padre dell’insegnante-Oss

Per la prima volta parla il ragazzo 14 enne che ha avuto rapporti con la sua insegnante di Inglese. Il ragazzo poi è divenuto padre della stessa che ora è agli arresti domiciliari. Una vicenda complessa e piena di dolore, caratterizzata da una situazione delicata che non può essere risolta in pochi mesi.

“Quella donna mi ha rovinato la vita” queste le parole del ragazzo padre. Emergono nuovi dettagli sul caso della Oss che dava in privato ripetizioni di inglese al ragazzino con cui poi ha avuto un figlio. Il ragazzo si sarebbe sfogato con la sua insegnante (di scuola ordinaria) di educazione fisica. La professoressa ha affermato che il ragazzo piangeva disperato.

prato-padre

L’insegnante che invece è divenuta mamma del ragazzo è agli arresti domiciliari dall’8 marzo. le accuse sono di violenza se$$uale con minore e per induzione. Secondo il procuratore di Prato, la donna aveva più volte intimato il ragazzo che non voleva più avere alcun tipo di rapporto con lei.

prato

La donna gli diceva che si sarebbe tolta la vita o che avrebbe portato il piccolo (nato da un loro rapporto) nella scuola dove andava l’adolescente. Dall’ultima inchiesta è emerso che nel pc della donna è stato trovato materiale ped0-p0rnografico. Ora è indagato anche il marito della trentacinquenne, il pm gli aveva contestato il reato di alterazione di stato, ovvero di aver “Prodotto falsità nella formazione dell’atto di nascita” del bambino nato invece dalla relazione con l’adolescente. L’uomo, da quanto si apprendere, era a conoscenza dei fatti ma ha sempre nascosto la verità.

polizia-prato

A denunciare tutto l’accaduto i genitori del ragazzo che, insospettiti dall’atteggiamento del figlio e dal contenuto di alcune chat trovate nel telefono del ragazzo, hanno cercato di capire cosa stesse realmente accadendo. Alcune chat erano davvero pesanti e il ragazzino sostiene che la donna non lo lasciasse mai in pace