qualcosa di strano in giardino.

Dopo 36 ore, ufficiali e famiglia avevano quasi perso la speranza - ma poi un vicino ha chiamato la polizia e ha detto di aver visto qualcosa di strano in giardino.

Home > Attualità > qualcosa di strano in giardino.

I genitori a volte hanno incubi terribili, sognano che i loro figli sono morti, annegati, investiti o scomparsi senza lasciare traccia. Nel peggiore dei casi, si svegliano sudando, con grande angoscia – ma almeno sono confortati nel sapere che è un incubo. Ma cosa succede se il tuo peggior incubo diventa realtà? Non oso nemmeno pensarci …

Quando Charlee Campbell, una bambina di due anni, è scomparsa dalla casa dei nonni nella campagna del Kentucky, tutti erano estremamente preoccupati. Era un giorno di giugno del 2018. La nonna di Charlee si svegliò e vide che la porta di ingresso era aperta. Charlee è autistica e ha difficoltà a parlare, la nonna non riusciva a trovarla da nessuna parte, né lei né il suo migliore amico, un pitbull di nome Penny. Charlee vive in una casa di campagna nel Kentucky, al confine tra l’ovest e il sud degli Stati Uniti. Un giovedì mattina del mese di giugno 2018, dormiva nel suo letto quando suo nonno si alzava per andare al lavoro alle 5:30. Verso le 10:00 iniziò l’incubo. La nonna della piccola, Beth Campbell, si svegliò e vide la porta di casa aperta. Charlee e il suo cane, Penny, erano scomparsi. Vigili del fuoco, poliziotti e cani guida hanno presto iniziato una ricerca instancabile per l’area della foresta in cui si pensava che Charlee fosse scomparsa. Più di 100 volontari hanno partecipato alle attività di ricerca. Ma passarono due giorni e non avevano ancora tracce di Charlee e Penny. L’intera area è stata inondata di poster e foto di Charlee. Tutti cercavano la piccola e fu spiegato che era autistica e indossava un pigiama blu di “Frozen”.

Tutti quelli che vivevano nella zona sono stati coinvolti nella ricerca della bimba e hanno persino scritto dell’evento in tutti gli Stati Uniti. Ma dopo 36 ore è successo il miracolo. Wayne Brown, che viveva a 450 metri dalla casa dei nonni di Charlee, seduto sul divano, pregava che la bambina fosse al sicuro. “Per favore, lascia stare la ragazza,” pensò Wayne.

E improvvisamente vide qualcosa che stava nel suo giardino. Wayne vide una bambina bionda nel retro del suo giardino. Corse alla porta e vide che si stava avvicinando alla recinzione. “Il tuo nome è Charlee ?!” chiese. La piccola non ha detto nulla. Era sporca, aveva foglie nei suoi capelli e zecche sul corpo. Ma riconobbe il suo pigiama blu con “Frozen”.

Wayne ha immediatamente chiamato la polizia. Il ritrovamento mosse Wayne. Quando aveva otto anni, il suo fratellino morì. “Era stato disperso. Avevo saltato tre recinti “, dice Wayne a Courier-Journal “Lo trovarono a diversi chilometri di distanza da casa sua. Ma sfortunatamente era morto. Wayne ha ringraziato Dio che Charlee non avesse avuto la stessa sorte del suo fratellino.

Ma presto la storia avrebbe preso una svolta inaspettata. Pochi minuti prima che Charlee apparisse sulla proprietà di Wayne, Penny, il pitbull era tornato a casa di Beth. Beth pensa che Penny sia sempre stata vicina a Charlee mentre era persa. “È la nostra eroina”, dice Beth, indicando Penny. Penny non tornò a casa finché non fu sicura che Charlee fosse al sicuro.

 

Quando Wayne trovò Charlee, non disse una parola. Ma successivamente disse una parola .. Charlee disse indicando il cane di Wayne: “Cane”. Charlee fu trasferito all’ospedale e, nonostante le circostanze, stava bene. “Apprezziamo molto il sostegno di solidarietà dei vigili del fuoco, della polizia, del personale sanitario e dei volontari”, scrivono le autorità locali su Facebook.

Grazie a Dio la storia è finita bene per Charlee e Penny. E penso davvero che Penny abbia molto a che fare con questo. I cani sono creature affidabili e molto leali! Penny si rese conto che il suo proprietario era in pericolo e non la lasciò per un solo istante finché non seppe che era al sicuro. I cani sono animali fantastici – CONDIVIDI questa storia se sei d’accordo.