Quando diventa ossessione

I sentimenti, molte volte, sono complessi e questo ci porta a relazionarci in modi diversi. A volte, la relazione è basata sull’amore e il rispetto e talvolta l’ossessione si mette di mezzo. Come differenziare una relazione d’amore da una relazione ossessiva? Basta leggere questi sette punti che stiamo per elencarvi e prendere coscienza.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO1. L’amore sano rispetta lo spazio dell’altro

È molto comune per molte persone sentirsi gelosi. È un sentimento, e come tale è incontrollabile. Il problema è  quando quelle gelosie influenzano la relazione. Come la influenzano? La persona gelosa di solito invade lo spazio personale del suo partner: controlla il suo telefono, gli impedisce di stare insieme con gli amici, non gli permette di svolgere attività da solo. Quelle sono le caratteristiche di un amore ossessivo.

2. L’amore sano riconosce l’altro come un individuo e non come un oggetto

Cosa significa? Fondamentalmente, l’ amore sano non si appropria dell’altra persona: si può possedere un oggetto, mai una persona. Se entrambe le parti riconoscono che l’altro è un essere umano e lo trattano come tale, non agiranno mai come se fossero i suoi proprietari. Per questo motivo, la persona non imporrà mai i suoi desideri al suo partner: se non è ancora pronto per avere figli, aspetterà che entrambi siano d’accordo.

3. L’amore sano non vive come un film

Il cinema ci ha insegnato che le relazioni dovrebbero essere in un certo modo, ma a volte non teniamo conto di un dettaglio: il cinema è finzione. In realtà, far finta che tutto sia assolutamente idilliaco e mettere la relazione romantica su un piedistallo, significa affaticare l’altra parte, perché si hanno aspettative impossibili da soddisfare. L’amore sano capisce che ci sono momenti buoni e momenti brutti, e che non tutto è basato sul romanticismo.

4. L’amore sano non influenza l’autostima

Questo, a prima vista, può sembrare confuso: ovviamente quando siamo in una relazione sana ci sentiamo bene. Ma ciò significa che se per sentirsi bene con te stesso, hai bisogno dell’approvazione dell’altro, non è una relazione salutare.

5. L’amore sano accetta la rottura

E cosa succede se la relazione finisce? Il passo logico da seguire, quello sano, anche se non sembra, è accettare la rottura: prenditi del tempo per capire ed accettare emotivamente che la relazione è finita. Non accettare il dolore e cercare rapidamente un sostituto per l’amato è un sintomo di un amore ossessivo.

6. L’amore sano non crea un ricatti emotivi

Tutti conosciamo storie di persone che sono state minacciante dai loro ex partner se non tornano insieme a loro. Questo è, chiaramente, un sintomo di ossessione. L’amore sano non è in grado di minacciare e maltrattare l’altra parte.

7. L’amore sano affronta i problemi

In ogni relazione umana sorgono problemi. Coloro che mantengono una sana relazione si occupano dei problemi e cercano di risolverli. D’altra parte, chi ha una relazione ossessiva pretende che i problemi non esistano o li ignora spontaneamente. Perché succede? Perché temono che il problema, se lo affrontano, sia impossibile da risolvere. Ma far finta che non esista un problema porta solo più problemi e diventa un circolo vizioso.