ragazzino in fin di vita

I genitori del ragazzino in fin di vita, chiedono auto a poliziotti e militari di tutto il paese, per esaudire l'ultimo desiderio del piccolo...ecco l'incredibile risultato

Il cancro è una malattia terribile, soprattutto quando il malato è un bambino. Invece di avere una vita normale come gli altri, devono essere sottoposti a trattamenti rigorosi. Tutto ciò è stato vissuto da un ragazzo di New York che ha fatto una richiesta emotiva ai soldati che ammira.

John Francis Hoague-Rivette è un ragazzo o un bambino che vive a New York. Improvvisamente ha avuto problemi a mangiare, parlare e camminare. Con il passare dei giorni il ragazzo cominciò ad avere convulsioni che duravano quasi un ora, come previsto, la famiglia cominciò a preoccuparsi seriamente. John è dovuto entrare nel centro medico di Albany per alcuni studi, ha ricevuto un trattamento, ma il suo corpo non ha mostrato miglioramenti.

I medici hanno deciso di esplorare il suo cervello e hanno trovato diverse masse che si sono rivelate essere un cancro molto aggressivo. I parenti hanno ricevuto la terribile notizia, John Francis aveva un tumore aglioma di grado III nel tronco cerebrale.

Ha subito diversi lunghi interventi chirurgici e dopo il suo recupero è tornato a casa a Whitehall, New York, dove ha ricevuto cure palliative. Non è stato facile per il bambino, sente molto dolore e continua con i problemi di mancanza di appetito e difficoltà respiratorie.

Sembra non avere molto interesse per le cose, solo una cosa lo fa sentire meglio, si tratta di patch, spille e monete di comunità militari, forze dell’ordine, PMI e vigili del fuoco. La maggior parte degli uomini della sua famiglia apparteneva al mondo militare, suo nonno prestava servizio nella seconda guerra mondiale, suo padre in marina, i suoi zii nell’aeronautica e sono membri dei pompieri della sua comunità.

Carrie Rivette, la madre di John e altri parenti hanno invitato le autorità militari a inviare al bambino le cose che desidera così tanto. “Quanto sarebbe bello se potessimo ricevere questi oggetti da ogni stato in modo che la sua collezione sia enorme e abbia il sostegno di tutto il paese e sappia che la sua storia sta avendo un impatto con altre persone che non ha mai incontrato”, Ha detto la madre.

Il dipartimento dello sceriffo della contea di Washington ha avuto un bellissimo dettaglio per John, rendendolo un capitano onorario e il dipartimento di polizia di Albany ha riunito un gruppo di suoi ufficiali nei corridoi dell’ospedale dove viene curato, e lo ha accompagnato quando stava tornando a casa sua.

La madre diede un indirizzo in cui potevano inviare articoli indirizzati a suo figlio, casella postale 6, Whitehall, New York 12887. Ogni volta in cui riceve toppe, spille e monete, il suo viso riflette molta gioia, e questo gli fa molto bene.

Speriamo che Dio compia un miracolo nella vita di questo coraggioso capitano!

Lutto a Bolzano, Matilda Salutt si è spenta a 13 anni a causa di una grave malattia

Lutto a Bolzano, Matilda Salutt si è spenta a 13 anni a causa di una grave malattia

"Vacca grassa", il marito la insulta: lei perde peso e gli dice addio

"Vacca grassa", il marito la insulta: lei perde peso e gli dice addio

Il piccolo Zac Harvey è morto a 3 anni, a causa di un incendio nella roulotte

Il piccolo Zac Harvey è morto a 3 anni, a causa di un incendio nella roulotte

Tragedia in provincia di Rimini, neonato nato prematuramente in casa: è morto

Tragedia in provincia di Rimini, neonato nato prematuramente in casa: è morto

Viola uccisa dal fratellino per sbaglio con un colpo di fucile, la dedica dei genitori

Viola uccisa dal fratellino per sbaglio con un colpo di fucile, la dedica dei genitori

Brescia, il gesto dei compagni di classe di Viola Balzaretti per ricordarla

Brescia, il gesto dei compagni di classe di Viola Balzaretti per ricordarla

La nota influencer Paige Rice è morta a 22 anni a causa di un incidente stradale: anche il fidanzato non ce l'ha fatta

La nota influencer Paige Rice è morta a 22 anni a causa di un incidente stradale: anche il fidanzato non ce l'ha fatta