Ragazzo di 21 anni annega nel lago d'Endine

Ragazzo di 21 anni annega nel lago d’Endine: stava facendo il bagno a pochi metri dalla riva

I sommozzatori hanno già recuperato il corpo

Tragedia a Ferragosto in provincia di Bergamo: ragazzo di 21 anni annega nel lago d’Endine, nella Val Callina, nella tarda mattinata di lunedì 15 agosto. Stava nuotando a pochi metri di distanza dalla riva quando è improvvisamente scomparso e non è più riemerso da quelle acque. Il suo corpo è già stato recuperato.

Ragazzo di 21 anni annega nel lago d'Endine

Il ragazzo si trovava con famigliari e amici sulle sponde del lago nella Val Cavallina, in provincia di Bergamo, per trascorrere una piacevole giornata di Ferragosto al fresco, quando però è avvenuta una tragedia che ha lasciato tutti sotto choc.

Il ragazzo stava facendo il bagno a pochi metri di distanza dalla riva. Famigliari e amici hanno raccontato che improvvisamente il ragazzo è scomparso nelle acque del lago lombardo. Non vedendolo più riemergere hanno subito chiamato i soccorsi che prontamente hanno raggiunto il luogo dell’ultimo avvistamento.

Sul luogo sono intervenuti i Vigili del Fuoco e il Nucleo Sommozzatori Volontari di Treviglio, che hanno dato il via alla ricerche. Purtroppo, però, per il ragazzo di 21 anni non c’è stato niente da fare: i soccorritori hanno trovato il suo corpo a 3/4 metri di profondità nel lago.

I sanitari della Croce Rossa di Entratico e l’auto medica di Bergamo, intervenuti insieme ai pompieri e ai sommozzatori, non hanno potuto far altro che constatare il decesso del giovane. Sul luogo anche i Carabinieri di Clusone che hanno fatto i rilievi del caso e ascoltato i testimoni.

ambulanza
Fonte foto da Pixabay

Ragazzo di 21 anni annega nel lago d’Endine: indagini in corso

I Carabinieri di Clusone attendono anche i risultati dell’autopsia pere capire se il ragazzo di 21 anni è morto per un malore o se è annegato per altri motivi.

I militari stanno cercando di ricostruire la vicenda e devono capire se sapesse nuotare e se avesse raggiunto un luogo dove non toccava, annegando non riuscendo più a rimanere a galla.