ambulanza

Ragazzo di 32 anni ha un malore in videoconferenza: muore prima che arrivino i soccorsi

Quando i soccorsi arrivano a casa sua è troppo tardi

Lutto in provincia di Udine, a Cividale del Friuli. Un ragazzo di 32 anni ha un malore in videoconferenza, mentre è in call insieme a dei colleghi che vivono un po’ in tutta Italia. Colleghi che tentato di lanciare subito l’allarme, ma quando i soccorritori riescono a raggiungere il luogo dove si trovava l’uomo è troppo tardi. Il 32enne è deceduto per il malore avuto.

ambulanza

Il ragazzo di 32 anni si trovava in video call con colleghi residenti in diverse zone d’Italia. All’improvviso si è sentito male, si è accasciato davanti allo schermo del pc e ha perso i sensi. Subito, anche se lontani, i partecipanti alla videoconferenza hanno cercato di allertare i soccorsi.

Due colleghi, dalla Campania e dal Veneto, hanno chiamato il personale della Sores per dire quello che era accaduto. Ma di quel ragazzo conoscevano solo nome e cognome e non l’indirizzo di casa sua o del luogo dove si trovava in quel momento.

Gli operatori sanitari hanno fatto una veloce ricerca anagrafica per scoprire l’ultima residenza del ragazzo, nel Cividalese. Subito è partita un’ambulanza, ma quella era la casa dei genitori. La madre e il padre, assistiti dal personale, hanno dato agli operatori il nuovo indirizzo di casa del figlio, poco distante da loro.

Un’altra ambulanza è partita da Udine, ma quando sono arrivati sul posto, insieme ai Vigili del fuoco e a un parente per poter entrare in casa, non c’era più niente da fare. Il ragazzo di 32 anni era già deceduto quando i soccorritori hanno raggiunto il suo domicilio.

Tastiera del computer

Ragazzo di 32 anni ha un malore in videoconferenza: per lui i sanitari non hanno potuto far niente

Purtroppo, nonostante l’allarme lanciato tempestivamente, i sanitari non hanno raggiunto in tempo il 32enne.

lutto
Fonte foto da Pixabay

I genitori dell’uomo deceduto nella sua abitazione in provincia di Udine per un malore durante una videocall sono stati assistiti per tutto il tempo dal personale sanitario.