Ragazzo scomparso a Padova

Ragazzo scomparso a Padova: Ahmed Jouider trovato senza vita. Gli ultimi messaggi

Trovato morto il 15enne scomparso

AGGIORNAMENTO 26/04: Trovato il corpo senza vita di Ahmed Jouider. Questa mattina è stato ripescato un cadavere dal fiume Brenta. Gli inquirenti hanno subito capito, dai vestiti, che si trattava proprio del 15enne scomparso. Ancora è giallo sulle cause della morte. Le indagini sono ancora in corso.

La vicenda

Ahmed Jouider sembrava essere scomparso nel nulla. Al vaglio degli agenti che non escludono nessuna ipotesi anche alcuni messaggi che il giovane ha inviato all’ex fidanzata prima di scomparire nel nulla. Sono gli ultimi messaggi che ha inviato.

Ahmed Jouider

Ti prego torna a casa ti aspettiamo tutti impazienti, ci manchi. Speriamo tanto che ritorni.

Questo l’appello dell’ex ragazza rivolto direttamente al ragazzo di soli 15 anni scappato di casa giovedì scorso, giorno dal quale non si avevano più notizie. I due erano in ottimi rapporti e lo dimostra il fatto che il giovane di Mortise, quartiere di Padova, ha parlato tramite messaggi proprio con lei, prima di scomparire intorno alla mezzanotte. Da allora il cellulare non è stato più attivo.

Ahmed Jouider è nato in Italia e ha origini marocchine. Giovedì sera ha lasciato intorno alle 21.45 la sua casa, in sella alla sua bici rossa con cestino. Da allora si sono perse le sue tracce.

Mamma e sorella non hanno notato nulla di strano quando è uscito. Pensavano che, come al solito, avrebbe trascorso una serata con gli amici del quartiere, in uno dei parchi o dei cortili dei condomini del quartiere popolare di Padova. Nessuno sapeva dove fosse andato in realtà.

Ahmed

Quando non è tornato alla solita ora, mamma e sorella si sono preoccupate. Poi l’ex fidanzata che vive a Cadoneghe ha chiamato la sorella parlando degli strani messaggi inviati dal giovane 15enne. Temeva per la sua incolumità e a quanto pare lui le avrebbe detto addio.

Ragazzo scomparso a Padova

I messaggi vocali ricevuti su Whatsapp riguardavano delle minacce ricevute. E il giovane avrebbe anche parlato di “morte”, non sapendo cosa gli sarebbe successo. Eppure dalla voce sembrava comunque tranquillo, come lo era sempre. Infatti aveva pensato a uno scherzo.

Ho delle questioni aperte con delle persone … penso che morirò, penso di si, o se non muoio avrò delle ferite gravi. Ti amo