Ritrovata la medaglietta della piccola Giulia

Bimba morta nel terremoto di Amatrice: dopo il disperato appello del suo papà, la sua medaglietta è stata ritrovata

Home > Attualità > Ritrovata la medaglietta della piccola Giulia

In molti ricorderanno la piccola Giulia Rinaldo, una bambina di circa otto anni, che ha perso la vita nell’indimenticabile tragedia del terremoto di animatrice, il 24 agosto del 2016. Ci ritroviamo a parlare ancora di lei, perché il suo papà ha scritto un disperato appello su Facebook, commuovendo centinaia di persone, che si sono date da fare, condividendo il suo post e realizzando il suo sogno.

Il papà di Giulia aveva perso l’unico ricordo che aveva della sua bambina, o meglio, l’unico simbolo che rappresentava, per lui, il legame con lei dopo la sua morte. Si trattava di un ciondolo color argento, con disegnato in bianco e nero il volto della sua amata bambina.

Quando si  reso conto di averlo perso, probabilmente proprio durante una visita al cimitero, il suo cuore si è fatto in mille pezzi e nel disperato tentativo di ritrovarlo, ha deciso di provare a chiedere aiuto su Facebook.

Con sua grande sorpresa, migliaia di utenti hanno iniziato a condividere le sue parole, per circa 50 mila volte.

Nel giro di sole 24 ore, il bellissimo ciondolo è stato ritrovato e a comunicarlo, sempre sul suo profilo Facebook, è stato proprio lui:

“Volevo dire alle quasi 50.000 persone che hanno condiviso il mio post della medaglietta con il volto di mia figlia Giulia, che è stata ritrovata ❤❤❤❤❤ grazie a tutti di vero CUORE per tutta la vostra solidarietà …..sono veramente Felice ❤❤❤❤”

Nell’appello precedente, Fabio Rinaldo aveva scritto: “Vi chiedo per favore oggi ho perso la medaglietta di mia figlia Giulia la indossavo da quando è diventata un angelo prego chiunque l’abbia trovata di contattarmi e di condividere il post il più possibile grazie infinite questa mattina ho fatto tappa ad Amatrice Terme di Cotilia Riano prima porta cimitero dal mio angioletto grazie di cuore a tutti che mi state aiutando”.

La forza dei social, oggi, è qualcosa di incredibile e vedere che possono essere usati per fare del bene, ci fa capire che la bontà è ancora negli esseri umani!

Grazie a tutti coloro che hanno aiutato questo papà!

Ancora ciao piccola Giulia, nei nostri cuori ci sarà sempre un posticino per te!

Fonte: Il Messaggero.