Roma, disabile bloccato nella metro per gli ascensori rotti

È accaduto a Roma, sia chiama Matteo lo studente disabile che è rimasto bloccato nella metro perché gli ascensori erano rotti.

È accaduto a Roma, sia chiama Matteo lo studente disabile che è rimasto bloccato nella metro perché gli ascensori erano rotti.

Matteo Chittarro ha 21 anni ed è affetto da una malattia congenita e purtroppo ha bisogno di una sedia a rotelle da quando aveva 11 anni.

Ieri mattina avrebbe dovuto sostenere un esame importante ma non l’ha potuto farlo a causa delle condizioni della metro di Roma. “Sono arrabbiato ed esausto dopo quel che ho dovuto affrontare oggi in metropolitana per arrivare all’università”, ha spiegato Matteo.

Matteo vive ad Aprilia in provincia di Latina ed è iscritto alla Facoltà di Lingue all’università Roma Tre in zona Ostiense. “Tutti i giorni mi alzo presto la mattina e prendo il treno da Aprilia fino a Termini. 50 minuti di viaggio che per me non sono un problema e che faccio con piacere. Da Termini raggiungo l’università in metro, scendendo alla stazione Marconi. Sempre accompagnato, perchè purtroppo a causa della mia malattia non posso camminare”. Questa volta gli è accaduto qualcosa di diverso.

Una volta arrivato alla metro, Matteo non ha potuto prendere l’ascensore perchè era rotto e così non è potuto uscire dalla stazione: “Sono abituato ai disservizi ma mai mi era accaduta una cosa simile. Era inagibile, e io non posso di certo fare le scale. Ma è una cosa che capita spesso e sono abituato ad ingegnarmi trovando altre soluzioni: vado alla stazione successiva e poi prendo la metro al contrario per utilizzare l’ascensore sull’altra piattaforma. Uno su due di solito funziona sempre”.

Matteo non è riuscito a presentarsi in tempo per l’esame e sconsolato ha spiegato: “Senza aver passato quell’esame non potrò laurearmi a maggio. Di solito sono abituato a prendere la vita con il sorriso, ma questa volta sono davvero amareggiato. Anche perchè mi sono trovato in trappola sotto la metro senza poter uscire. E se non fosse stato per mio cugino, non sarei mai riuscito a ritornare a casa”.

Dopo la vergogna per un’intera città, è arrivato un lieto fine per Matteo Chittarro. Il rettore della terza università di Roma, Luca Pietromarchi, ha riferito che il ragazzo potrà presentarsi dalla sua docente per sostenere l’esame.

Un lieto fine dopo la vergogna per un’intera città. Matteo Chittaro, lo studente universitario disabile di Roma Tre che ha perso un esame dopo essere rimasto bloccato nella Metro B, potrà presentarsi dalla sua docente prima della prossima sessione. Lo ha annunciato il rettore della terza università di Roma, Luca Pietromarchi.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Tragedia in provincia di Venezia, Giulia Segato è morta a 29 anni vicino la sua abitazione

Tragedia in provincia di Venezia, Giulia Segato è morta a 29 anni vicino la sua abitazione

Arrivati i risultati dell'autopsia di Giacomo Sartori

Arrivati i risultati dell'autopsia di Giacomo Sartori

Montecchio Maggiore, l'ultimo straziante addio a Alessandra Zorzin

Montecchio Maggiore, l'ultimo straziante addio a Alessandra Zorzin

Savona, eseguita l'autopsia sul corpo di Marika Galizia: morta a 27 anni durante il parto

Savona, eseguita l'autopsia sul corpo di Marika Galizia: morta a 27 anni durante il parto

Lutto a Loreto, il piccolo Gregorio Alessi è morto a soli 6 anni: era affetto da leucemia

Lutto a Loreto, il piccolo Gregorio Alessi è morto a soli 6 anni: era affetto da leucemia

Lutto per l'ex allenatore Attilio Perotti: la moglie è morta a seguito di una caduta dal quarto piano

Lutto per l'ex allenatore Attilio Perotti: la moglie è morta a seguito di una caduta dal quarto piano

Reggio Calabria: trova un "Gratta e Vinci" del padre defunto ma non può incassarlo

Reggio Calabria: trova un "Gratta e Vinci" del padre defunto ma non può incassarlo