Roma, trovata senza vita 18enne in un parco giochi

Roma, 18enne è stata trovata senza vita in un parco giochi. A ritrovare il suo corpo è stato il custode del parco. Ecco cosa è successo:

Home > Attualità > Roma, trovata senza vita 18enne in un parco giochi

Roma, 18enne trovata senza vita in un parco giochi: impiccata e con le mani legate.

Una ragazza di Roma è stata trovata impiccata all’interno dell’area giochi di un parco nei pressi di via Tiburtina in via Galla Placidia.

A ritrovare il corpo della 18enne con le mani legate con delle fascette è stato il custode del parco questa mattina intorno alle 6:45, mentre stava aprendo i cancelli.

Sul posto sono intervenuti immediatamente gli agenti della polizia locale, per il momento l’ipotesi più probabile è quella di suicidio ma gli investigatori non escludono nessuna ipotesi. Secondo le prime indagini, la ragazza da tempo soffriva di depressione ed aveva già tentato in passato gesti estremi.

La famiglia aveva denunciato la sua scomparsa ieri sera verso le 21.30, la ragazza non era ritornata a casa e i suoi familiari non avevano poi notizie di lei. Questa mattina il macabro ritrovamento.

Il parco in cui è stato ritrovato il corpo della 18enne, viene chiuso tutti i giorni verso le 19.30. Molto probabilmente la ragazza ieri ha scavalcato il cancello per entrare.

Anche se l’ipotesi è suicidio, la salma sarà sottoposta dal medico legale alle consuete verifiche del caso per stabilire l’esatta causa della sua morte, l’area è stata transennata ed è al momento inaccessibile.

Le parole del custode: “La fune era attaccata là (alla sbarra d’acciaio dello scivolo, N.d.R.) ma era troppo lunga, non era tesa. Quando l’ho vista era in una posizione strana, aveva i talloni alzati e le mani legate davanti da una fascetta di plastica, e la testa leggermente inclinata. Mi sono avvicinato a un metro, all’inizio pensavo fosse qualche scherzo, mi sembrava un fantoccio. Ma poi ho visto che era una ragazza impiccata. Abbiamo subito chiamato la polizia e aspettato che arrivasse. Io sono sei anni che sto qua, non l’ho mai vista, non conoscevo. Immagino però fosse di zona per venire qui. Una poliziotta ci ha detto che la stavano cercando da stanotte in tutti i parchi: Cacciarella, Meda, Tiburtino. E invece stava qua”.