Schianto auto-Tir sullʼA21: nella macchina c’era un bimbo di 6 mesi

Auto si schianta contro un Tir sullʼA21: nella macchina c'era un bimbo di 6 mesi e i suoi genitori; ecco come sono andate le cose secondo gli inquirenti.

Home > Attualità > Schianto auto-Tir sullʼA21: nella macchina c’era un bimbo di 6 mesi

Auto si schianta contro un Tir sullʼA21: a bordo un bimbo di 6 mesi e i suoi genitori. L’incidente si è verificato nella notte, nel Pavese, tra Casteggio e Voghera. Gli inquirenti hanno cercato di ricostruire la dinamica dell’incidente. Ecco cos’è successo.

Erano le 3,20 di stanotte quando una Golf si è schiantata contro un Tir. Il mezzo pesante era parcheggiato in una piazzola di sosta sull‘autostrada A21, nel Pavese. A bordo della Golf c’era una coppia di 24 anni e il loro bambino di 6 mesi.

I genitori, entrambi macedoni residenti a Skopje, sono morti entrambi sul colpo. Il bambino che viaggiava sul sedile posteriore della macchina ed era nel seggiolino, assicurato con la cintura di sicurezza, si è salvato senza avere gravi conseguenze. È stato trasportato con l’elisoccorso all’Ospedale Niguarda di Milano.

incidente-golf-tir

L’incidente è avvenuto nel cuore della notte. La macchina stava percorrendo il tratto di strada tra Casteggio e Voghera. Gli inquirenti hanno cercato di ricostruire la vicenda: sembra che la macchina abbia lasciato improvvisamente la carreggiata, infilandosi sotto il tir parcheggiato nella piazzola di sosta.

Autostrada-A1

Si è trattato, presumibilmente, di un colpo di sogno o di un malore del conducente. La famiglia di macedoni era stata in vacanza e stava rientrando nella loro residenza, in Francia.

Il bambino di 6 mesi si è salvato solo grazie al seggiolino e alle cinture di sicurezza. Gli agenti della Sezione della Polizia Stradale di Alessandria Ovest lo hanno trovato spaventato ma apparentemente illeso.

elicottero

Una tragedia enorme che poteva essere, probabilmente, evitata. Se si è trattato davvero di un colpo di sonno (ma questo solo l’autopsia potrà stabilirlo con certezza), sarebbe bastato fermarsi e riposare.

Purtroppo, però, quando si hanno figli piccoli, diventa più complicato il rientro dalle vacanze. Fortunatamente, il piccolo era nel seggiolino, altrimenti sarebbe stato la terza vittima in questa terribile tragedia.