Sente uno strano odore

Già da adolescente, Joy Milne si rese conto di avere un buon senso dell’olfatto, ma è stato da grande, quando si è sposata, che la cosa è diventata davvero evidente. Quando suo marito, Les, aveva 45 anni, Joy cominciò a notare che Les aveva uno strano odore. Ma poiché lavorava tanto, sua moglie ha pensato che il suo odore provenisse solo dal sudore.


Ma nello stesso periodo Les stava ingrassando, si sentiva sempre più stanco, ed è stato allora che Joy ha pensato che dietro a quello strano odore doveva esserci qualcosa di più …Sei mesi dopo scoprirono la verità indesiderata, in un ospedale di Manchester (Regno Unito).  I medici gli diedero una diagnosi spaventosa: aveva il morbo di Parkinson.Joy e Les hanno iniziato rapidamente a incontrare gruppi di persone che avevano la stessa malattia, ed è stato così che Joy si è resa conto che tutti emanavano lo stesso strano odore. “Lo sentito ovunque, in tutta la stanza”, dice Joy. Gli scienziati hanno hanno sentito parlare del “dono” di  Joy ma avevano seri dubbi che Joy potesse “annusare” la malattia. Era già noto che ci sono cani e gatti che sono in grado di farlo, ma non avevano mai sentito parlare di persone che fossero in grado di rilevare gravi malattie attraverso l’odore. Dopo un po ‘, decisero di fare un esperimento con Joy, e la donna lo superò molto bene. Gli scienziati ora credono che la malattia di Parkinson possa derivare da un sottile cambiamento dei fluidi nella pelle. Grazie a Joy, c’è una squadra che lavora ora per sviluppare un nuovo test per fare una diagnosi precoce della malattia.

Risultati immagini per morbo di parkinson

 

Purtroppo Joy ha dovuto dire addio a suo marito il 15 maggio 2015, ma la sua scoperta potrebbe aiutare molte persone ad avere una diagnosi precoce.

Non esiste ancora una cura per il Parkinson, ma speriamo che i progressi della medicina possano trovarlo nel prossimo futuro. Ed è molto bello che a poco a poco, e anche con il contributo di cittadini come questa donna, possiamo andare avanti.

Tutti possiamo fare la nostra parte e spesso nel modo più inaspettato. Un grande “mi piace” per le persone speciali che ci provano!