Studente di 20 anni muore dopo aver mangiato pasta cucinata 5 giorni prima

Il caso è finito su una rivista scientifica. Ecco cosa ha causato il decesso.

Home > Attualità > Studente di 20 anni muore dopo aver mangiato pasta cucinata 5 giorni prima

Un giovane studente è morto tragicamente dopo aver mangiato un piatto di pasta che aveva preparato quasi una settimana prima.

Studente di 20 anni muore dopo aver mangiato pasta cucinata 5 giorni prima

Il ventenne, che chiameremo AJ, avrebbe mangiato una porzione di spaghetti cucinata cinque giorni prima ma era stata lasciata di lato per circa due giorni. La pasta è stata poi messa in frigo dal suo compagno di stanza per altri tre giorni.

Come raccontato dal dott. Bernard, che ha esaminato la storia sul suo canale Youtube, AJ ha poi riposto il piatto di pasta stantia nel forno a microonde per riscaldarlo e lo ha mangiato a pranzo, senza rendersi conto che aveva cinque giorni.

Il giovane, però, ha cominciato quasi subito a sentirsi male, soffrendo di mal di testa, dolori addominali e nausea.

Studente di 20 anni muore dopo aver mangiato pasta cucinata 5 giorni prima

Nelle ore successive, AJ ha cominciato a vomitare ma credendo fosse solo un banale caso di intossicazione alimentare, ha bevuto molta acqua, ha preso una medicina ed è andato a letto. Poi, però, si è svegliato in una pozza di sudore ed è andato in bagno dove si è sentito ancora peggio.

Il coinquilino di AJ ha chiamato un’ambulanza dopo che ha trovato il suo amico svenuto sul pavimento del bagno. AJ è stato portato in ospedale ma è morto.

Studente di 20 anni muore dopo aver mangiato pasta cucinata 5 giorni prima

Un’autopsia ha scoperto che in realtà AJ era deceduto per una forma di intossicazione alimentare causata dal bacillo cereo, un batterio che forma spore che crea tossine e può causare vomito e diarrea.

Si è anche scoperto che la medicina assunto da AJ aveva reagito con il suo corpo e danneggiato il fegato, che stava già cedendo a causa dei batteri assimiliati tramite la pasta.

AJ è morto nel 2008 e il caso è stato pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Microbiology.

Il dott. Bernard, nella foto poco su, ha affermato che casi come questo non sono molto comuni sebbene siano stati relazioni in passato con pazienti che muoiono entro poche ore dalla comparsa dei sintomi.

Il medico ha detto: “È importante notare che questo non è un tipico caso di avvelenamento da cibo: molte persone mangiano pasta messa da parte per un giorno o due e stanno bene. Attenzione , però, al cibo lasciato fuori per più di qualche ora. Se il cibo ha un odore strano, è sempre meglio prevenire che curare”.