Telecamere in Airbnb: a quanto pare era legale

Un uomo inglese ha trovato delle telecamere in Airbnb, ma quando lo ha fatto notare all'host gli è stato detto che aveva acconsentito

Home > Attualità > Telecamere in Airbnb: a quanto pare era legale

Attenzione viaggiatori seriali, questa storia riguarda proprio voi: un uomo inglese ha trovato delle telecamere in Airbnb. Un incubo? Forse, ma la verità è che era pure legale, perché lui aveva acconsentito (senza saperlo) al loro uso.

Ma cos’è successo? È presto detto: Jeffrey Bigham, papà di tre bimbi, ha scoperto due telecamere nascoste all’interno del suo appartamento di Airbnb, di cui una posizionata di fronte alla porta del bagno.

i migliori ristoranti romantici di Roma

Il tutto è successo durante un viaggio in famiglia durante il periodo di Capodanno. Lui, professore di informatica, era tranquillo nell’appartamento quando ha notato due piccole telecamere bianche in stanze separate della proprietà in affitto.

In un post sul  suo blog, Bigham ha rivelato che il suo host aveva prima detto che potevano esserci delle piccole camere di sorveglianza vicino all’ingresso, senza approfondire oltre.


Di fatto, però, quelle posizionate nell’appartamento erano delle vere e proprie videocamere in grado di riprendere a ciclo continuo, e per niente finalizzate alla sicurezza: c’era persino un dispositivo che poteva riprendere quanto accadeva in bagno. Un vero disastro!

Quando se n’è accorto le ha scollegate entrambe, dicendo all’host di non aver mai dato il consenso per essere filmato nella residenza, né era a conoscenza delle telecamere al momento della prenotazione.

Tuttavia, Airbnb si è schierato con il proprietario dell’appartamento, dicendo che le telecamere erano state dichiarate ed erano palesemente visibili in alcune foto dell’appartamento, dove si può vedere un piccolo oggetto bianco nell’angolo della foto.

Attenzione, allora, a quello che fate quando prenotate e occhio a tutte le foto: meglio non rischiare!