Trovato un corpo murato in una villa

Durane dei lavori di ristrutturazione sono stati trovati dei resti umani murati all'interno di una villa settecentesca. Si indaga per capire chi è la vittima

Home > Attualità > Trovato un corpo murato in una villa

Quello che è successo a Senago nel Milanese, martedì mattina fa rabbrividire. Durante dei lavori di ristrutturazione di una villa ottocentesca sono stati ritrovati i resti di un cadavere, il corpo sarebbe stato murato in un’intercapedine. Gli operai stavano prendendo a picconate una parete quando si sono accorti che c’era qualcosa che non andava.

Sotto ai loro occhi è emerso un corpo, apparterebbe ad un uomo tra i 35 e i 45 anni. Si sarebbe trovato all’interno di una parete delle abitazioni ricavate internamente alla residenza storica. Dal 2012 sarebbe stata trasformata in 19 contesti abitativi.

cadavere-trovato

Secondo le prime indagini, il cadavere sarebbe stato in quella intercapedine per diverso tempo. Il locale della dependance si chiama “Villa degli Occhi”, ed è un complesso residenziale immerso nel verde dell’hinterland di Milano e la Brianza. Sulla vicenda indagano i carabinieri del nucleo investigativo di Monza, coordinati dalla procura di Monza.

cadavere

Proprio nella mattina di martedì i carabinieri hanno ricevuto la chiamata dei proprietari della villa, la famiglia era ovviamente molto allarmata ed è stato disposto subito il sequestro del locale e immediatamente sono iniziati i rilievi. Le indagini proseguono con gli interrogatori degli operai che stavano lavorando al complesso, sia delle famiglie che hanno trasformato il complesso residenziale. A primo impatto ma con certezza sarebbe stato immediatamente escluso il convincimento nella vicenda degli attuali proprietari della casa.

cadavere-villa

Ora le indagini si concentreranno sul periodo in cui furono eseguiti i primi lavori di restauro, ormai diversi anni fa. Dal momento che il cantiere era avviato non sarebbe stato difficile per nessuno nascondere un cadavere all’interno di un muro, approfittando della confusione del cantiere. I resti del corpo ora sono al vaglio degli esperti del Labanof (laboratorio di antropologia e odontologia forense) di Milano e del medico legale, si spera di dare delle risposte almeno in merito alla causa del decesso dell’uomo e collocarlo in un periodo temporale.