tumore-al-seno-nuovo-farmaco

Tumore al seno, un nuovo farmaco salva la vita al 70% delle pazienti

Tumore al seno, un nuovo farmaco salva la vita al 70% delle pazienti; una svolta che potrebbe cambiare la vita di molte donne: ecco i risultati dello studio.

Tumore al seno, un nuovo farmaco salva la vita al 70% delle pazienti, riducendo il rischio di morte in modo impressionante. Gli scienziato lo hanno scoperto in seguito ad uno studio pubblicato anche sul New England Journal of Medicine.

Si tratta di una grande scoperta e di un’ottima notizia per chi combatte la sua personale battaglia contro questa subdola malattia. Gli scienziati hanno presentato i risultati dello studio  al congresso annuale dell’American Society of Clinical Oncology.

farmacia

Il risultato riguarda, sopratutto, le donne molto giovani, quelle con un’età inferiore ai 39 anni. Infatti, più si è giovani, più aumenta la velocità di riproduzione delle cellule tumorali. Ecco perché, le donne giovani, erano più a rischio e, spesso, dovevano combattere forme di tumori al seno molto aggressive.

Che farmaco è stato analizzato

Questo nuovo farmaco anti tumorale che è stato recentemente approvato, ha dimostrato di essere in grado di aumentare la sopravvivenza complessiva delle giovani donne del 70%.

farmaco

Il farmaco in questione si chiama Ribociclib ed è davvero rivoluzionario.

Lo studio

Lo studio ha analizzato 672 pazienti, donne con un’età compresa tra 18 e 59 anni. Sono stati analizzati 2 campioni: il primo gruppo di donne è stato trattato con Ribociclib più terapia ormonale standard mentre il secondo gruppo ha ricevuto solo la terapia ormonale standard che, come ben sapete, è un inibitore dell’aromatasi o tamoxifen.

tumore-seno-prevenzione

Il primo gruppo, dopo 42 mesi di follow-up, ha avuto un 70% di donne sopravvissute mentre il secondo si è fermato a un modesto 46%.

Un risultato straordinario che ha mostrato che il trattamento con Ribociclib associato alla terapia ormonale standard ha salvato altre 29 donne su 100.

tumore-seno

Lo studio MONALEESA-7 è stato pubblicato anche sul New England Journal of Medicine. A commentare lo straordinario risultato è stata Sara Hurvitz, Medical Director della Jonsson Comprehensive Cancer Center Clinical Research Unit e Director of the Breast Cancer Clinical Trials Program presso UCLA:

“Risultati così d’impatto sono quelli che speriamo di osservare in ogni studio clinico e raggiungerlo in una malattia inguaribile come il tumore al seno metastatico è un incredibile avanzamento per le pazienti”.

Ma cos’è il Ribociclib?

Il Ribociclib è un inibitore delle chinasi ciclina-dipendenti 4 e 6. Si tratta di CDK4 e 6, due proteine che sottostanno alla progressione del tumore.

prevenzione-tumore-seno

Notizie eccellenti che fanno ben sperare a tutti noi.

Ciro, il fidanzato di Maria Paola interrogato dal pm: le ricostruzioni e i colpi di scena

Omicidio di Colleferro, Gabriele e Marco Bianchi incastrati da una foto

Cesano Maderno, in attesa dell'esito del tampone mandano il figlio a scuola

Isaac, bambino di 4 mesi morto nel sonno: schiacciato da suo padre

Firenze, Pietro morto a 12 anni: è scivolato nella vasca da bagno

Pesava 335 chili, ma adesso ne pesa solo sessantanove. Ecco com'è diventata

Morte Miriam Laezza, l'appello della madre su i social