Un estraneo gli prende la mano e il giovane si sente a disagio, ma poi comprende il perché di quel gesto

Home > Attualità > Un estraneo gli prende la mano e il giovane si sente a disagio, ma poi comprende il perché di quel gesto

Ci si può trovare in condizioni in cui, la prima reazione sarebbe negativa, ma fermandosi un attimo per cercare di capire, si possono scoprire cose impensabili che spingono a reagire diversamente.

 

Questo è sicuramente quello che ha pensato Gorfrey Tagliaper mentre era seduto sull’autobus e un estraneo gli ha preso la mano tra le sue.

“Ero seduto sul autobus quando mi si avvicina quello strano signore, si siede accanto a me e mi prende la mano. Ero a disaggio, non avevo idea di cosa volesse ma qualcosa mi diceva di lasciarlo fare. Qualche giorno dopo ho trovato la mia foto sul web accompagnata da un messaggio e ho capito tutto”.

Ovviamente, oggi che tutto finisce inevitabilmente sui social, qualcuno ha subito immortalato la scena e la foto, in poco tempo, è diventata virale. Insieme alla foto, scattata da qualcuno che conosceva la storia del signore che cercava conforto, c’era appunto la spiegazione del perché quell’uomo si fosse comportato così, e infine una marea di complimenti al ragazzo che lo aveva lasciato fare.

Risultati immagini per scttare una foto con il cel

 

All’inizio Godfrey pensa che sia uno scherzo, magari una candid camera e, anche se dentro di sé , curiosità ed inquietudine si fanno strada, cerca di stare tranquillo poiché si è reso conto che l’uomo che gli sta vicino ha sicuramente delle diversità.

Godfrey capisce che quest’uomo che vive un mondo diverso, in quel momento ha bisogno di un contatto, forse anche di senso di protezione, quel gesto gli da sicurezza. Godfrey non si sentiva minacciato da quel gesto e ha lasciato che l’uomo gli tenesse la mano. Dopo un po’ l’uomo si è appoggiato con il capo alla spalla di Godfray e a quel punto si sentiva veramente al sicuro da tutto il mondo.

Risultati immagini per autobus

L’uomo era Robert, una persona con una lieve disabilità mentale e aveva bisogno di sentirsi al sicuro: i luoghi popolati da molta gente, come l’autobus, gli mettono paura, ma ha la capacità di individuare subito la persona che non gli negherà il sostegno, anche questa è una dote.

Godfray è stato elogiato per la sensibilità del suo cuore, per non essersi sottratto a quel contatto regalando il suo sostegno a quell’uomo. Oggi giorno non sono atti tanto comuni, e Godfray ha dimostrato, invece, che non bisogna mai travisare le cose e far mancare il proprio sostegno, quando è possibile.

“Ero seduto sul autobus quando mi si avvicina quello strano signore, si siede accanto a me e mi prende la mano. Ero a disaggio, non avevo idea di cosa volesse ma qualcosa mi diceva di lasciarlo fare. Poco dopo ho trovato la mia foto sul web e ho scoperto tutto.”