Un gesto di altruismo

È noto che c’è una frase che molti adulti spesso dicono ed è “la gioventù è persa”. Non solo questo non è vero, ma ci sono giovani che ci danno alcuni esempi che ci fanno riflettere profondamente sui valori della vita. Vogliamo raccontarvi una storia che è diventata virale in poche ore.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCOAmy McIlroy è una ragazza di soli 14 anni che attraversa la vita dicendo ciò che pensa e facendo ciò che sente, come molti giovani. Ma è una giovane donna fuori dall’ordinario, perché sa come vedere oltre i propri bisogni e mostra un altruismo e un senso di carità degni di essere imitati. Ha aiutato una persona in strada che stava sentendo freddo, e lo ha fatto dopo aver ignorato il parere dei suoi colleghi di un famoso coffee shop nel Regno Unito, i quali le avevano detto che sarebbe stato meglio “risparmiare i soldi e lasciare che la natura facesse il suo corso”. Con questa frase di dispotica discriminazione nei confronti di chi ha meno, l’impiegato della mensa ha cercato di dissuadere la giovane Amy dall’acquistare un caffè per Liam Anderson, un giovane di 20 anni che aveva cercato di entrare nel negozio per ripararsi dal freddo intenso e bere qualcosa di caldo, ma a causa del suo aspetto un po ‘sporco e disallineato non lo hanno fatto entrare. Sono rimasto molto sorpreso “È ingiusto che io sia stato discriminato a causa del mio aspetto”, ha detto Liam. La caffetteria in questione appartiene a una famosa catena e molte persone, dopo la pubblicazione di Amy raccontando quello che è successo, hanno deciso di diffondere il fatto nelle proprie reti cercando di persuadere gli altri a non visitare più questo tipo di mensa dove promuovono comportamenti discriminatori.

Immagine correlata

Tuttavia, la catena ha già contattato la giovane donna per avere maggiori dettagli sulla vicenda, così come per sapere chi fosse il dipendente che non ha permesso al giovane di entrare, per iniziare un’indagine e avviare una sorta di emendamento.

Non c’è nulla di più disumano di non intervenire o ignorare un altro essere umano quando ha bisogno di noi. La vita di Liam non è facile, e se Amy avesse lasciato che “la natura facesse il suo corso” non solo questa storia non avrebbe l’impatto che ha oggi, ma non ci sarebbe stata alcuna possibilità di riflettere su questo fatto. Dobbiamo imparare tutti ad essere un po’ migliori ogni giorno di più.

Risultati immagini per caffetteria

Liam ha detto che vive per strada perché è stato abbandonato da sua madre ed è stato separato dalla sorella, che vive in una casa che gli ha dato lo stato. Ora, sta aspettando che i servizi sociali gli trovino un posto dove vivere, per iniziare a lavorare e realizzare il suo sogno di andare all’università. Il giovane di solito dorme nei rifugi notturni, e quando sono pieni semplicemente dorme per strada.

Amy, dopo la pubblicazione della sua storia, ha avuto un impatto inimmaginabile. “Ci sono un milione di circostanze che potrebbero portare a lasciare senzatetto qualcuno, il coffee shop dovrebbe essere responsabile di non preparare correttamente il proprio personale al servizio clienti”, ha detto la ragazza con disgusto. Nel frattempo, la caffetteria riceve una valutazione negativa dai clienti e la società è venuta a scusarsi pubblicamente per la situazione.

Una portavoce ha detto: “Stiamo urgentemente indagando su quanto è successo e siamo entrati in contatto diretto con il cliente per chiedere scusa “. Non è normale per una ragazza di così giovane età essere in grado di mettersi nei panni di qualcun altro e prendere la situazione nelle proprie mani. Avrebbe potuto semplicemente lasciare che la situazione passasse e osservare il giovane allontanarsi senza il caffè e tutto infreddolito. Tuttavia, è rimasta coinvolta, dalla situazione dimostrandoci che non serve molto per aiutare gli altri,  sono necessari un po ‘di empatia, coraggio e buoni valori.

La madre di Amy ha detto di essere orgogliosa dell’atto di sua figlia: “Sono orgogliosa di lei, è quel tipo di persona che pensa sempre agli altri”. Indubbiamente, reagire all’ingiustizia è ciò che serve a questa società per muoversi verso un mondo più equo. Nel frattempo, ci sono centinaia di “Amys” in tutto il mondo che aiutano così tanti “Liams”. Si tratta di vedere negli occhi degli altri, guardare attraverso i loro occhi e non voltare mai le spalle quando davvero non ci costa nulla aiutare. E tu, come avresti reagito?