Un messaggio commovente

Sua figlia aveva battuto la testa, e lei era entrata nel panico. Corre in ospedale con la macchina, parcheggia nel posto più vicino all'ingresso, fregandosene del fatto che avrebbe trovato una multa al suo ritorno. Porta la piccola dentro ma quando esce dall'ospedale invece della multa, trova un messaggio che l'ha profondamente commossa

Home > Attualità > Un messaggio commovente

Sarah Moore di Morecambe è la madre di Lacie Christina Moore, una bambina di 2 anni. Lo scorso 2 luglio è stata con la figlia Lacie a casa di sua nonna quando la piccola è inciampata colpendo la testa contro il cardine di una porta. La donna disperata portò la bimba immediatamente in ospedale per ricevere cure mediche urgenti.

“È successo a casa dei nonni, Lacie correva tra le porte del patio che si aprono verso l’interno e hanno i cardini all’interno. E’ inciampata sul tappeto e la sua testa ha colpito i cardini, ho pensato che non fosse niente di grave ma quando l’ho raccolta da terra c’era sangue dappertutto “, ha detto. Confessò che si sentì terrorizzata quando vide quanto sangue era sul viso della piccola, nella sua testa e nella sua bocca. “Quando ho visto il sangue ho pensato che sarei svenuta. Mi sentivo così male, ho chiesto a la nonna di prendere Lacie e metterle un po’ di asciugamani sulla testa per fermare l’emorragia. Non c’era tempo per chiedere un’ambulanza, quindi l’ho messa in macchina e portata in ospedale, mi ha spaventato”, ha detto Sarah. I paramedici l’hanno vista arrivare all’ospedale e l’hanno avvertita del rischio di una multa, lei, molto angosciata, ha risposto che non le importava. Ha parcheggiato la macchina al meglio per poter entrare in ospedale il più rapidamente possibile, si aspettava di trovare una multa al suo ritorno, ma non è successo.Quando arrivò alla sua auto quello che trovò fu un messaggio commovente dei paramedici che le spiegarono che avevano parlato con il direttore del parcheggio della situazione.

Lo staff di servizio ha scritto una lettera dicendole che avevano parlato gentilmente con un ufficiale della polizia stradale perché non le facesse la multa. Le davano perfino il permesso di spostare la macchina verso l’area in cui le ambulanze sono parcheggiate, dall’altra parte della strada, mentre si prendevano cura della figlia in ospedale, le avevano scritto tutto nel messaggio.

Sarah era così commossa che ha voluto condividere la storia nelle sue reti sociali per appassionare migliaia di utenti che hanno commentato sul gesto nobile di chi si è preso la briga di scrivere il messaggio. “Non erano costretti a farlo, mi aspettavo di lasciare l’ospedale e trovare una multa nella mia auto. Mi ero rassegnata a questo, mi hanno fatto sentire molto più calma e hanno reso tutto molto più facile” , ha scritto la madre.

Questo è ciò che diceva la nota:

 

“Buon pomeriggio, ci siamo resi conto che ha lasciato la sua macchina qui quando ha portato sua figlia al pronto soccorso. Abbiamo parlato con il direttore del traffico, gli abbiamo parlato della sua situazione e siamo riusciti a convincerlo a lasciarla in pace a causa delle circostanze. Volevo farle sapere che puo lasciare l’auto nell’area dell’ambulanza dall’altra parte della strada. Speriamo che vostra figlia stia bene, un cordiale saluto, lo staff dei servizi di collegamento di ambulanze private del nord-ovest “.

Questa piccola azione ci ricorda il valore della comprensione e dell’empatia per gli altri, la condividiamo e continuiamo a diffondere atti come questi.