Un poliziotto super

Home > Attualità > Un poliziotto super

Tutti i bambini sono fantastici a modo loro. Anche prima che possano parlare, si può già vedere la personalità di ogni bambino. Alcuni più calmi e riflessivi, altri più vivi e irrequieti ma tutti ugualmente meravigliosi. Quando nacque Kyson Baler era molto irrequieto e, crescendo, si accentuò il fatto che non fosse un bambino come gli altri.

Aveva più di un anno quando iniziò a gattonare e aveva più di due anni quando iniziò a camminare. Oggi Kyson ha 9 anni ed è un bambino felice anche se non parla. Soffre di autismo, il che gli rende molto difficile accettare i cambiamenti. Quest’anno, nel mese di aprile, il suo centro di riabilitazione in Idaho, USA, gli ha assegnato un nuovo assistente. I cambiamenti lo hanno scombussolato molto e si sentiva insicuro. È corso fuori dal centro dov’era. Si è seduto in un parcheggio nella zona, molto triste e spaventato e non voleva più tornare dentro. Chris Scott, un poliziotto della zona, ha visto il bambino e ha capito subito che era successo qualcosa di strano. Andò da lui e si sedette al suo fianco, sul pavimento.  Kyson era molto interessato alle placche che Chris indossava nella sua giacca della divisa della polizia, proprio quel giorno indossava due placche. Ne ha tolta una e l’ha data a Kyson, il bambino era molto felice. Un attimo dopo, quando Kyson era più calmo, Chris gli chiese: “torniamo dentro?” Il bambino accettò e si diressero insieme al centro.

Mentre Chris e Kyson erano seduti sul pavimento, è arrivata la madre che si è commossa nel vedere il gesto di Chris verso suo figlio.. L’assistente ha scattato una foto dei due. Questa fotografia si è diffusa a macchia d’olio in tutto il mondo.

Quando la madre di Kyson vide la foto sul sito della polizia, rimase profondamente colpita da quante persone avevano apprezzato il gesto di Chris.

“Kyson ora dice che vuole essere un poliziotto come Chris”, ha raccontato sua madre al Local News 8 .