Un video per sdrammatizzare la notizia

Non sa come dire ai genitori che è stato rimandato in 4 materie, e fa un divertente video per sdrammatizzare la notizia

Ottenere buoni voti a scuola è qualcosa che alcuni alunni non riescono a raggiungere, questo non significa che siano persone meno intelligenti, ma è sicuramente una grande preoccupazione per i giovani andare bene e non disturbare o deludere i loro genitori. Sebbene né il QI né la capacità di avere successo si misurino attraverso i voti, rimangono un indicatore importante.

Questo giovane residente a Rosario, in Argentina, si chiama Geremia Paletta, ed è bocciato in sei materie poco prima delle vacanze di Natale. Era una grande preoccupazione per Geremia comunicare questa notizia non così piacevole ai suoi genitori, quindi pensò a uno strumento che gli avrebbe permesso di dare loro le cattive notizie con un po ‘di umorismo e impedire loro di rimproverarlo.

Così Geremia creò un video in cui spiegava ai suoi genitori, che sfortunatamente non poteva recuperare sei materie prima delle vacanze.

Questo era ciò che i suoi genitori non si aspettavano di sentire perché, sebbene sapessero che andava male in alcune materie, speravano che il diciassettenne avrebbe recuperato prima della fine dell’anno.

Nel video ha spiegato tutto questo ma lo ha fatto anche con dati statistici.
«In un sondaggio del 2012 è stato scoperto che il 22% dei giovani fuma in Argentina. Il più alto consumo di alcol si verifica tra 15 e 19 anni. Migliaia di minori rubano (e si sballano) in Argentina. Quindi spero che non si arrabbino quando scopriranno che sono solo stato rimandato con quattro materie a febbraio ”, ha spiegato il giovane.

Come previsto, ha fatto ridere molti utenti di Internet, con oltre 1 milione di visualizzazioni e 140.000 Mi piace. Così, il povero Geremia è  in attesa di recuperare: Economia, Amministrazione, Matematica e SIC (Sistema di informazione contabile). Mentre storia e inglese solo entro la fine dell’anno.

«Le voti sono stati consegnati la scorsa settimana. In quel momento ho capito come sarebbero andate le cose, e non sapevo come dirlo ai miei genitori senza farli arrabbiare. Mi hanno già pregato tutto l’anno dicendomi:  “è meglio non essere rimandati!”, disse il povero Geremia.

Ma tutti i suoi sforzi per placare la rabbia dei suoi genitori, furono vani. Quando Geremia ha condiviso il video sul gruppo WhatsApp della famiglia, i genitori non lo videro perché pensavano che non fosse importante. Dopo aver appreso che non avevano visto il video, ha mostrato loro direttamente i voti e … beh, si sono arrabbiati con lui.

Il povero Geremia ora deve affrontare la delusione dei suoi genitori e prepararsi ad affrontare i prossimi esami, ma almeno il suo video è diventato virale.

Neonata di 5 mesi ricoverata per una grave ferita alla testa: è in pericolo

Aifa ritira farmaco per l’anemia: i lotti interessati

Coppia si trasferisce nella casa dei nonni e trovano un tesoro nascosto

Massimo Galli preoccupato sul Covid: "Prossimi 10-15 giorni cruciali"

Palazzolo, bambina di 7 mesi morta soffocata: Singh ha ingoiato un gioco

Andrea, il bambino ucciso dal padre: l'uomo gli ha sparato mentre dormiva

Doveva operarsi per un tumore ma scopre che era tutt'altro