Un volto famigliare

Perde il suo amato marito dopo la nascita del loro primo figlio. Pochi giorni dopo il funerale, nel pieno del dolore, rincontra LETTERALMENTE e MATERIALMENTE il volto di suo marito. Com'è possibile? A volte la vita ci sorprende con situazioni davvero inimmaginabili.

Home > Attualità > Un volto famigliare

Ci sono storie commoventi di persone che, dopo una grande lotta, sono riuscite a portare avanti molta perseveranza; Andy Sandness, senza dubbio, è un guerriero che ha attraversato un momento molto tragico. Alla fine del 2006, nello stato del Wyoming, negli Stati Uniti, Andy prese la decisione di suicidarsi mettendo un fucile sotto il suo mento e premendo il grilletto.

Ma non era il momento per lui di andarsene perché lo sparo distrusse la maggior parte della sua faccia, ma non ha messo fine alla sua vita. Quindi l’uomo ha dovuto sottoporsi a molti interventi chirurgici di ricostruzione del viso ed è finito con diverse protesi; ma nonostante lo sforzo fatto dai medici, la faccia dell’uomo non si era ripresa. La sua protesi nasale cadeva e la sua bocca era alta circa 2,4 cm , oltre ad avere anche una protesi sul mento, tutto ciò aveva fatto sì che quest’uomo si nascondesse dal mondo per 10 anni. Nel 2012, le loro speranze sono tornate quando la Mayo Clinic ha preso in considerazione l’opzione di un trapianto di faccia; tuttavia, non è stato fino al 2016 che è stato messo in lista d’attesa per la procedura. Tragicamente il suo donatore era Calen Ross, era un uomo del Minnesota che si suicidò sparandosi alla tempia in quello stesso anno, lasciando da sola la moglie e il nascituro. Lilly Ross, la vedova di Calen, aveva già deciso di donare gli organi del suo defunto marito quando una organizzazione senza scopo di lucro chiamata LifeSource la contattò.

Questa organizzazione ha il compito di facilitare la donazione di organi e tessuti, ha menzionato l’idea del trapianto del volto, poiché c’era un uomo che ne aspettava uno e le loro caratteristiche combacianti, il tipo di sangue, l’età di entrambi gli uomini, il colore di pelle e persino la struttura facciale.

Anche se Lilly non era del tutto sicura della decisione perché all’inizio aveva paura di vedere il volto di suo marito in un completo estraneo, finì per convincersi nel voler mostrare a suo figlio che suo padre era stato in grado di aiutare molte persone dopo la sua morte. La clinica procedette con l’operazione, che durò 56 ore e richiese un totale di 60 professionisti medici. Dopo 16 mesi da questa operazione, Lilly e Andy si incontrarono per la prima volta. Era nervosa e insicura , pensando a quanto sarebbe stato emozionante vedere di nuovo il volto del suo defunto marito.

Ma questi nervi si persero abbastanza rapidamente perché in Andy i lineamenti apparivano diversi, le guance avevano assunto una forma diversa e i suoi occhi non erano gli stessi. Ciò che questa donna vide fu un uomo che, grazie al dono che lasciò suo marito, aveva cambiato la sua vita ed era rinato dopo essere stato nascosto per un decennio dalla società.

L’incontro fu molto emozionante, Lilly non poté fare a meno di toccare la faccia di Andy. Nonostante fosse un estraneo, lui le sembrava abbastanza familiare, e persino le lacrime si gonfiavano quando si abbracciarono. Grazie a questo meraviglioso dono, Andy è stato in grado di continuare la sua vita e il processo non è stato facile perché deve ancora educare nuovamente i nervi del suo viso, oltre a praticare il suo linguaggio; Ha anche un regime giornaliero di farmaci in modo che il suo corpo non respinga la sua nuova faccia.

Senza dubbio questo non ha fermato quest’uomo, che oggi è piuttosto grato e ama i piaceri più comuni di quello di poter mangiare un pezzo di pizza, andare a ballare e godersi la vita senza nascondersi. Inoltre, è stato promosso nel suo lavoro come elettricista nei campi petroliferi e ha anche viaggiato in altre città. Andy ha menzionato il desiderio di mostrare a Lilly che il suo grande dono non è stato sprecato.

E Andy non è stato l’unico beneficiario perché Lilly ha detto che questa transizione e il fatto di poter vedere Andy per la prima volta l’hanno anche aiutata a terminare la fase del lutto dopo aver organizzato un funerale.

Andy ha anche intenzione di contribuire a un fondo per aiutare a educare Leonard, il piccolo figlio di Lilly. Queste due persone ora dicono di sentirsi come una famiglia e sperano di poter mantenere il contatto dopo aver formato un legame così bello.

Non dimenticare di condividere questa storia che, nonostante le sue tragedie, ha lasciato un meraviglioso regalo per entrambe le persone.