una busta nera

Arriva una signora in moto con un bambino, getta una busta nera nel bidone dell'immondizia e va via. Pochi minuti dopo un passante si affaccia nel bidone e resta visibilmente sconvolto. In mezz'ora una piccola folla aveva circondato la spazzatura...è stato il video della sicurezza a svelare il mistero.

Le telecamere di sicurezza catturato una donna spietata nel momento esatto in cui getta qualcosa in un contenitore della spazzatura, per poi fuggire su una moto con un bambino. La donna è stata identificata come Waraporn, 29 anni, originaria di Samut Prakan, in Tailandia.

Secondo i rapporti della polizia, la donna avrebbe partorito il 5 giugno, nel bagno di casa sua. Ma poi ha deciso di sbarazzarsi immediatamente del bambino. Nel video pubblicato dalle autorità è possibile vedere Waraporn arrivare in moto con un altro bambino a bordo. Scende dal veicolo con una borsa di plastica nera, ma nessuno poteva immaginare cosa c’era dentro. Se non fosse stato per diversi passanti che hanno sentito il pianto di un neonato provenire dal bidone, nessuno avrebbe mai scoperto il male che stava commettendo questa donna. Ovviamente la criminale non si aspettava che le videocamere di sicurezza registrassero tutto, e questo è stato lo strumento chiave per la polizia per identificare la donna. Dopo aver lanciato il bambino nel contenitore, puoi vedere la donna fuggire tranquillamente con l’altro bambino. Il neonato rimase per 4 ore nella spazzatura con alte temperature, fino a quando un uomo dalla spazzatura sentì i lamenti del bambino.

Immediatamente, hanno allertato la polizia e le squadre di soccorso, che erano incaricate di portare il bambino all’ospedale. Il bambino fu trovato avvolto in un asciugamano rosa e vestiti. Grazie al video scioccante che hanno rivelato le telecamere di sicurezza, la ragazza è stata localizzata e interrogata dalle autorità.

Anche la madre doveva essere portata all’ospedale, poiché si erano resi conto che non aveva avuto un parto sano. Una volta recuperata, la polizia del distretto di Pho Kaew l’ha interrogata. Ha confessato di aver effettivamente abbandonato il suo bambino perché aveva già altri quattro figli e che un quinto era troppo. Ha affermato che suo marito lavora come autista e che ciò che guadagna non è abbastanza per sfamare una famiglia numerosa come la sua.

“Non volevo ucciderlo. L’ho lasciato lì e ho sperato che qualcuno lo trovasse e si occupasse di lui. Ero preoccupata che qualcuno mi vedesse, quindi me ne sono andata velocemente. Mi dispiace di quello che ho fatto “, erano le parole rozze della madre insensibile.

La polizia ha detto che è stata anche accusata di aver abbandonato un bambino di età inferiore ai nove anni. Il bambino è stato curato immediatamente in ospedale e fortunatamente si è ripreso favorevolmente.

Finora non è noto se verranno presentate denunce contro la donna, ma speriamo che la giustizia agisca in questo caso. Non andartene senza condividere questa notizia per sensibilizzare, è necessario che tutte le madri sappiano che ci sono molti modi di chiedere aiuto, ma l’abbandono e in tali circostanze non è certamente un’opzione.

Covid-19, Giuseppe Conte non cambia il dpcm: "Misure necessarie"

Un sindaco da ammirare

Lillo Petrolo positivo al Covid-19: il messaggio sui social

Il disperato appello di Clotilde, agente di polizia penitenziaria

Incidente a Genova, auto travolge 4 ragazze: una è incinta

Spadafora, 800 euro a novembre per palestre e piscine chiuse

Mamma ha tappezzato la città con le foto del figlio morto: il suo messaggio