Uomini che a periodi si allontanano

Certo il titolo è abbastanza provocatorio, ma la verità è che entrambi i se$$i hanno dei comportamenti di base che risaltano piuttosto difficili da comprendere. Sentiamo spesso dire che le donne sono complicate, uomini che si lamentano di non riuscire a capire cosa vogliono davvero le donne. Ma se vogliamo essere sinceri, anche gli uomini non sono da meno.


Il problema sorge sopratutto nei rapporti di coppia. Anche se non vogliamo generalizzare, ci sono effettivamente dei comportamenti molto comuni tra i due generi, che li distinguono ma allo stesso tempo confondono l’altro se$$o. Le donne sono considerate “appiccicose” e gli uomini “scostanti”, ma perché? Cominciamo analizzando gli uomini: Che cavolo passa per la testa di un uomo quando ci sono di mezzo dei sentimenti? Perché hanno così tanta difficoltà ad esprimere cosa provano ad un’altra persona? 1. Sono tendenzialmente delle schiappe nel esprimere i sentimenti e nell’utilizzarli come strumento di evoluzione personale e della coppi. 2. Ciò non accade perché è nel loro DNA, né perché ci siano differenze congenite e tanto meno gli uomini sono tonti come molte donne sostengono. 3. In realtà la differenza tra uomo e donne, viene posta direttamente dalla società, dalle persone stesse, e quest’ultima cosa e la andremo a spiegare meglio di seguito. Ricapitolando, se il vostro compagno ha difficoltà ad esprimere i suoi sentimenti, o comunque va in palla come se non avesse idea da che parte cominciare, un motivo c’è e parte dall’infanzia. Quindi ecco perché gli uomini tendono a essere scostanti mentre le donne appaiono appiccicose.

Quando nasciamo e siamo ancora piccoli e teneri batuffoli, non abbiamo idea se siamo maschi o femmina. La differenza di genere è un concetto che si presenta nelle prime fasi della vita e lo scopriamo in base a come veniamo educati ad esternare i propri sentimenti. Nei confronti di chi? Be di nostra madre, la prima grande simbiosi, il primo e più importante coinvolgimento emotivo di un bambino. La mamma è ovviamente l’influenza dominante nelle prime fasi della vita di un bambino/a, tuttavia ad un certo punto, questo legame viene spezzato, affinché il bambino acquisisca un senso di se. Ed è qui che comincia il casino nella testa degli uomini.

La società, l’ambiente esterno e gli stessi genitori “chiedono” al bambino di essere emotivamente più indipendente rispetto alla femminuccia. In qualche modo si pretende che il maschietto non sia mammone, presentandogli la cosa come un fattore negativo, gli si insegna che essere il cocco di mamma è una questione degna di essere rimproverati, giudicati o stigmatizzati. Anche in una semplice caduta, la femminuccia viene coccolata mentre al maschietto viene detto di esser forte, e questo è solo un esempio in cui, fin da piccoli, formiamo l’uomo a non esprimere emozioni.

Risultati immagini per bimbo che piange

Avviene quindi una specie di distacco costretto e netto, cosa che invece non avviene brutalmente con le femminucce. Questo cosa comporta? Secondo Nancy Chodorow: “la mascolinità è definita dalla “perdita” e l’identità maschile è il frutto della separazione, sicché ci sono uomini che provano una sensazione di vero e proprio pericolo quando sono coinvolti in un rapporto totalizzante quanto una storia d’amore, soprattutto nella fase nascente. Per le donne è il contrario. Esse avrebbero imparato a definirsi sulla base della unione emotiva prolungata con la madre e quindi avrebbero un senso di sé che non viene definito nella separazione, nell’essere distinte, ma dall’unione con le altre persone, con la possibilità di esprimere e vivere una profonda partecipazione emotiva insieme a loro. Il che permette alle donne di sviluppare maggiori capacità di empatia e sensibilità. Un legame profondo non equivarrebbe per la donna al rischio di perdersi. Per lo meno non nella misura in cui questo accade all’uomo.”

Risultati immagini per donne coccolone

E qui sorge un’altra domanda, è davvero così condannabile che ogni tanto il nostro partner assuma quel distacco emotivo, alla ricerca di se stesso? Se invece di subirlo lo appoggiassimo, dimostrassimo il nostro amore appoggiando questo bisogno psicologico maschile di non dover mostrare i suoi sentimenti in ogni momento della vita? Non credete che invece di vittime ci sentiremo complici del nostro partner, nella ricerca di se stesso…

Risultati immagini per uomo scostante

Meglio specificare alcune cose per le donne più di difficile comprendonio. Con “distacco” non intendiamo, pause di riflessione, o libertà di fare i cavoli suoi. Per distacco intendiamo quel periodo in cui lui non sembra pienamente coinvolto da noi, non sembra interessato a romanticismo o momenti di dimostrazione d’amore. Sapete quel periodo in cui notiamo la freddezza e cominciamo a lamentarci del loro poco romanticismo, cominciamo a chiedergli se ancora ci ama, e lo tartassiamo cercando disperatamente di capire cosa non va… In realtà basta lasciargli un po’di tregua mentale e tutto tornerà come prima. Del resto non si può pretendere che il nostro partner dimostri l’amore nello stesso modo in cui lo faremo noi. Ognuno ama a suo modo ma sempre di amore si tratta.