Uomo fa snorkeling nel Colorado e fa una strana scoperta

Mentre un uomo era intento a fare snorkeling sul fiume Colorato, ecco che sotto la superficie dell'acqua fa una terribile scoperta.

Home > Attualità > Uomo fa snorkeling nel Colorado e fa una strana scoperta

Martin Sholl aveva deciso di dedicarsi alla sua grande passione, lo snorkeling. Con tutta la sua attrezzatura si era recato a Parker, in Arizona, per fare un’immersione nel fiume Colorado. Tutto stava procedendo tranquillamente, quando l’uomo all’improvviso si è imbattuto in una scoperta che lo ha lasciato senza parole. Sott’acqua uno spettacolo che non si sarebbe mai spaventato.

Martin Sholl

L’uomo si è imbattuto in una scena terrificante: in fondo al fiume Colorado c’erano due scheletri legati a due sedie. Non appena si è reso conto di cosa fossero, terrorizzato è risalito in superficie. Subito Martin Sholl ha chiamato la polizia per indagare su quella scena che lo aveva lasciato senza parole.

Martin Sholl

L’ufficio dello sceriffo della contea di La Paz ha confermato il ritrovamento di resti umani nel fiume Colorado, nell’area di lancio di Cienega Springs.

Un sub del corpo dei pompieri di Buckskin è stato inviato in fondo al fiume per individuare i resti umani, ma quando si è trovato vicino a quella di una scena del crimine, si è dovuto ricredere. In realtà non erano gli scheletri di due persone. Era tutto uno scherzo. Nessun tentativo di omicidio di due persone legate a due sedie e lasciate cadere nelle profondità del fiume. Gli scheletri erano finti.

Foto e video sono state realizzate dal sub dei vigili del fuoco mandato a investigare. Il pompiere ha scoperto che qualcuno aveva organizzato una festa in fondo al fiume con due finti scheletri seduti su sedie sdraio. Scheletri che indossavano occhiali da sole e bevevano da una tazza di tè.

Apparentemente erano lì da tanto tempo, perché tutto il materiale usato era ricoperto di alghe e detriti. C’era anche un cartello coperto, come raccontato dalla stampa locale.

Sul cartello c’era una scritta che probabilmente si rifà al famoso film Weekend con il morto del 1989, nel quale due amici trascinano per giorni il corpo del capo morto facendo credere a tutti che sia vivo. C’è una scena in cui cade in acqua da barca. Forse è quello che è stato ricreato in quel luogo?

Lo sceriffo, in una nota su Facebook, si dice felice di come sono andate le indagini, che hanno permesso di scoprire che si trattava solo di uno scherzo. E non di due veri corpi!