Violenza domestica, cane salva la proprietaria accoltellata da un uomo

FRANCAVILLA AL MARE: altro un caso di violenza domestica, ma per fortuna un cane ha salvato la proprietaria che era stata accoltellata da un uomo che aveva respinto

Home > Attualità > Violenza domestica, cane salva la proprietaria accoltellata da un uomo

Ogni giorno la cronaca italiana e quella internazionale ci racconta di terribili episodi di violenza domestica e di donne che muoiono o vengono ferite quasi a morte da uomini che non riescono ad accettare un loro rifiuto. Per fortuna, in questa storia che ci arriva da Francavilla al Mare, decisivo è stato il cane della donna, che l’ha salvata dopo che un uomo l’aveva accoltellata.

Siamo a Francavilla al Mare, a sud di Pescara. Qui una donna di 33 anni ha ricevuto 11 pugnalate che potevano essere mortali.

A sferrare i colpi violentissimi l’ex fidanzato. La donna, per fortuna, è riuscita a salvarsi, grazie all’intervento del suo amatissimo cane, un pastore maremmano che subito è intervenuto attaccando l’aggressore della sua amica umana.

L’uomo è stato costretto a fuggire.

La storia risale al 3 settembre scorso. Roland Bushi, un uomo di 28 anni di origini albanesi, ha aggredito una donna moldava che non voleva più continuare la relazione con lui. La donna ha fatto di tutto per tenere fuori casa l’uomo, ma lui si è arrampicato sulla recinzione del giardino, riuscendo a entrare in casa e ad aggredire l’ex con un coltello con lama di almeno 10 centimetri. Sono state 11 le coltellate.

La madre della donna era presente durante l’aggressione, in evidente stato di choc. Poteva morire, non fosse stato per l’intervento del cane di casa, che ha attaccato l’aggressore ferendolo alla testa e alle mani, costringendolo di fatto a fuggire.

La donna si trova ora ricoverata in ospedale, al Santissima Annunziata di Chieti, in prognosi riservata. Appena arrivata è stata operata per le lesioni a fegato e polmoni subite. Per fortuna non è in pericolo di vita, grazie al suo amato cane.

L’aggressore è stato arrestato quasi immediatamente dai Carabinieri, mentre si trovava ancora nei dintorni della casa. Aveva lasciato il coltello in un parco poco distante. Ora è accusato di tentato omicidio.