Yana Malayko

Yana Malayko, il fidanzato aveva una vanga in auto: spunta l’ipotesi di un complice

Cosa è successo?

Continuano le indagini sul delitto di Yana Malayko: il fidanzato pare avesse messo una vanga in auto, un piccolo utensile trovato dagli inquirenti insieme a delle macchie ematiche nella sua macchina. Mentre spunta anche un’altra ipotesi, che mira a individuare un potenziale complice. Forse Dumitru Stratan non era da solo quando ha tentato di nascondere il corpo della fidanzata.

Yana Malayko

Yana Malayko non c’è più. Il fidanzato di 33 anni gli avrebbe tolto la vita e avrebbe anche tentato di nascondere il suo corpo. L’uomo, infatti, è accusato di tali reati e al momento si trova in stato di detenzione nell’istituto penitenziario di Mantova. Lui si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Gli inquirenti sospettano che possa esserci anche un complice, anche se l’uomo 33enne non ha fornito alcun elemento per chiarire il fatto. Sulla sua auto sono state trovate tracce ematiche e anche una piccola vanga, che avrebbe nascosto per poter nascondere il corpo della ragazza di 23 anni, che ha perso la vita la notte di venerdì 20 gennaio 2023.

Quella sera Yana e Dumitru si sarebbero scambiati dei messaggi. Poi lui l’avrebbe raggiunta a casa della sorella dove si trovava l’ex fidanzata. Sarebbe arrivato intorno alle 2 di notte e andato via tre ore dopo.

Testimoni affermano di averlo visto mentre usciva dall’abitazione con un sacco nero sulle spalle, che ha caricato in auto. Da quella notte non si hanno più notizie della giovane ragazza. I Carabinieri non hanno ancora trovato il suo corpo.

Yana e Dumitru

I Carabinieri continuano a cercare il corpo di Yana Malayko

Nei giorni scorsi, il padre di Yana Malayko avrebbe chiesto a Dumitru di rivelare dove ha nascosto il corpo di sua figlia. A denunciare l’ex è stata la sorella Christina, che ha trovato del sangue in casa al suo rientro.

Lei voleva interrompere la relazione con il 33enne. La famiglia appoggiava la sua decisione. Nessuno sa perché l’ex avesse le chiavi dell’appartamento dove era andata a vivere la giovane.