acconciature-anni-quaranta

Acconciature anni 40, tutte le più belle da imitare per risultati elegantissimi

Le acconciature anni 40 possono ispirare i nostri hair look, femminili, stravolgenti e insoliti

Le acconciature anni 40 possono essere tradotte oggi in favolosi hair look alla moda, di ispirazione vintage, glamour e raffinati. 

Ecco gli hairstyle ai quali ispirarvi, per stravolgere la vostra immagine, proprio come avevano fatto le donne di quell’epoca, che volevano ottenere, dopo la guerra, libertà e indipendenza.  

Le onde strette e i riccioli

Fonte:instagram

Le tipiche acconciature anni 40 erano soprattutto ricce e ondulate.

Se volete ispirarvi ai capelli di questa epoca, quindi, potete realizzare i boccoli utilizzando dei bigodini oppure un ferro per i ricci. 

Potete poi ultimare l’hairstyle, da tenere in ordine, con una mousse.  Sui capelli lunghi e medi, i boccoli e le onde si possono portare anche di lato oppure alti sulla testa. 

Le  onde strette, invece, danno corpo e glamour ai look di tutti i giorni e si possono portare anche semplici, senza creare acconciature particolari. 

In passato, le onde erano il look pin-up perfetto, che funzionava sia per i capelli lunghi che per quelli corti. 

I riccioli della vittoria 

Fonte: Instagram

Una versione molto affascinate dei riccioli sono quelli che venivano chiamati, negli anni 40,  o riccioli della vittoria.

Si trattava di una capigliatura che le donne sceglievano per le occasioni speciali, feste  e serate da ballo.

I riccioli della vittoria sono lo stile iconico delle acconciature anni 40, ispirati alle donne famose di Hollywood.

Per ricreare questo hairstyle, dovete realizzare dei riccioli stretti intorno al viso e alla sommità della testa.

Utilizza un ferro, quindi arricciare le ciocche  verso il viso e fissale con delle forcine. 

Capelli semiraccolti ondulati 

Fonte: Instagram

Un’altra tra le acconciature anni 40 più belle e che potete replicare facilmente, sono i semiraccolti. 

Le fluenti chiome ondulate, con grandi boccoli, erano davvero super femminili. 

Si tratta della famosa acconciatura indossata dall’attrice Rita Hayworth.

Se vi piace questo look, dovete lasciare cadere sulle spalle i vostri capelli ondulati, in modo perfettamente simmetrico, con riga centrale. 

Acconciature complesse con le onde 

Le donne dell’epoca portavano le onde anche per creare acconciature raccolte in forme complesse e precise.

Potete creare dunque dei raccolti con ciocche annodate o trecce che formano coroncine, tutte intorno alla testa.

Queste  pettinature costruite sono bellissime e perfette per le occasioni speciali, se vogliamo ottenere un look dal gusto vintage e chic.

Pageboy haircut 

Fonte: Instagram

Un’altra soluzione pratica per le donne degli anni 40 era il cosiddetto pageboy. 

Si tratta di un’acconciatura dove i capelli sono tagliati uniformemente sulla lunghezza, solitamente lasciati corti, bombati e arricciati sulle punte.

Si crea così un lungo rotolo liscio che circonda tutta la parte posteriore della testa  e i lati 

Se vi piace, sappiate che questo stile è perfetto per capelli di media lunghezza.

Dopo aver creato la piega, è consigliabile  fissare le punte con un po’ di lacca.

Frange e ciuffi 

riccioli

Nelle acconciature degli anni 40, per abbellire la propria capigliatura, si lasciava ampio spazio alla frangia e al ciuffo.

Infatti, questi dettagli donano un effetto ancora più volumizzante e vaporoso ai capelli, che era davvero molto apprezzato tra le donne di quel periodo. 

Il ciuffo bombato era una sorta di chignon a forma di banana, posizionato in cima o sulla parte anteriore della testa.

Era l’acconciatura chiamata Pompadour, una capigliatura ribelle per le donne dell’epoca. 

Per creare una rivisitazione del pompadour, moderna e aggiornata, potete ispirarvi a un a versione super trendy.

Fate un maxi ciuffo cotonato sul davanti, lasciando  il resto della chioma raccolta oppure liscia dietro. 

Potete anche abbinare il turbante intorno al vostro maxi ciuffo, per aggiungere stile.  

Il brushing gonfiato

Tra le acconciature anni 40 ricordiamo anche il brushing gonfiato, che dà molto volume alla chioma.

La chioma resta sciolta, ma viene praticamente cotonata in modo da portare le ciocche frontali, verso dietro. 

Questa capigliatura si realizza grazie a una spazzola tonda di diametro largo, con la quale scrollare per bene le radici e portare verso la parte posteriore della testa. 

La permanente

Destinata a creare dei ricci o per dare movimento ai capelli in maniera duratura, si tratta del trattamento perfetto se volete dare volume ai vostri capelli, come si faceva nel 40. 

Avrete così la chioma perfetta per ricreare le tipiche acconciature del periodo passato, anche se in versione più aggiornata. 

Bob voluminoso

Un classico esempio di taglio di capelli ispirato a questo periodo è il bob ovvero il caschetto che doveva avvolgere la nuca, in maniera voluminosa. 

Potete replicare questo taglio nella versione liscia oppure anche con le onde che contornano i lineamenti del viso.

Il carrè lo potete fare di lunghezza variabile e potere anche abbinare  a una frangia molto corta, proprio come si faceva negli anni 40. 

Accessori per acconciature anni 40 

carrè-vintage

In questo periodo c’erano molti pratici accessori per capelli, che venivano usati soprattutto per tenere le ciocche lontano dal viso, mentre lavoravano nelle fabbriche durante la guerra.

Questi stessi accessori hanno ispirato clip, cerchietti e foulard che oggi utilizziamo per creare hair look glamour, d’impatto e alla moda. 

Se volete creare un’acconciatura vintage, potete utilizzare questi accessori ispirati agli anni 40. 

Foulard e turbanti

I foulard, sciarpe e turbanti erano all’epoca disponibili in una varietà di colori, dimensioni e motivi. 

I foulard venivano indossati piegati in un triangolo e legati in cima alla testa oppure  indossati intorno alla testa – a creare una fascia – e annodati sotto il mento.

I foulard si accostavano sui capelli, legando i lembi sotto alla nuca. 

Se volete utilizzare questo accessorio per la vostra acconciatura, fatelo pure nel modo che vi piace di più. 

Le retine 

Un altro accessorio per tenere i capelli lontani dal viso, erano le retine, indossate  per tenere i capelli in modo ordinato. 

La maggior parte di queste retine erano realizzate come piccoli sacchetti, fatti a mano all’uncinetto. 

Le retine si  indossavano poste sulla parte posteriore della testa, per tenere i capelli in una sorta di chignon.  

La parte anteriore dei capelli si portava tutta indietro nella retina oppure veniva lasciata fuori e modellata in riccioli o onde.

Se siete alla ricerca di un’acconciatura semplice, femminile e dal gusto retrò, vi consigliamo di fare una crocchia bassa, da avvolgere con una rete fatta all’uncinetto.

Quest’ultima, la potete appuntare con un fiocco o un altro decoro prezioso. 

I nastri

Anche i nastri venivano utilizzati nelle acconciature anni 40, per tenere i capelli in ordine. 

Se volete riprendere questo accessorio, per ottenere un’acconciatura più moderna, vi suggeriamo di applicare il nastro di velluto,  creando  un fiocco su una semplice coda bassa o un updo. 

Donna si fa il filler per riempire il viso: ecco il risultato

Perché devi smetterla di sognare di entrare nei pantaloni più stretti (e accettarti)

Frangia colorata: le dritte per cambiare stile e farsi notare

Olio di ricino per le ciglia: come usarlo per farle allungare

Elegante e per tutte le occasioni: perché devi rivalutare lo chignon

Sottotono della pelle, cos'è e perché dovresti sapere qual è il tuo

Le migliori postazioni trucco Ikea