Coda di cavallo, come trasformarla in queste acconciature

La coda di cavallo, contrariamente a ciò che si può pensare, è un'ottima base per fare delle acconciature davvero belle: eccone alcune

Home > Bellezza > Coda di cavallo, come trasformarla in queste acconciature

Molte ragazze pensano che la coda di cavallo sia un’acconciatura prettamente sportiva. In realtà, non è affatto così. Ci sono molte acconciature che partono dalla coda di cavallo e che possono risultare molto eleganti e raffinate. Le acconciature con i capelli raccolti, in generale, hanno sempre un qualcosa di molto affascinante. Liberano il viso e lo mostrano scoperto e nella sua interezza, sicuramente più pulito. Quindi, tornando al focus dell’articolo, ecco alcune acconciature con la coda di cavallo che potrete amare.

Acconciature con coda di cavallo alta

Come detto in precedenza, la coda di cavallo è una delle acconciature più gettonate per quanto riguarda l’attività fisica, data la sua buona stabilità e praticità. Quando però si tratta di occasioni speciali, la si può adattare con pochi, ma efficaci passaggi. Partiamo dalla coda di cavallo alta: molte di voi avranno sicuramente almeno una volta nella vita fatto, sui propri capelli, una coda alta. Uscendo dal discorso della praticità, la coda alta riesce a donare molta lucentezza al viso, spogliandolo completamente dalla copertura dei capelli.

 

Ariana Grande foto

La coda alta può essere di due tipi: mezza coda e coda intera; la mezza coda è una delle più eleganti: si raccolgono i capelli della parte superiore della testa, lasciando sciolti quelli della parte inferiore. Così, i capelli della semi coda in alto cadranno su quelli sciolti in basso, amalgamandosi.

Qui, per quanto riguarda l’eleganza, si può giocare su vari livelli. Si possono acconciare, in modo carino, tutti i capelli liberi. Quindi li si può abboccolare, cotonare o piastrare. Per avere un risultato ancora più professionale e ordinato, di possono tranquillamente fissare i capelli con qualche gel, magari anche con qualche brillantino. Altra piccola chicca, molto carina, sarebbe il contornare l’elastico con cui si è realizzata la coda con i propri capelli, per evitare il distacco.

Ovviamente, la coda in alto può essere realizzata anche prendendo tutti i capelli, quindi raccogliendoli tutti quanti insieme sulla parte superiore della testa. Ora, già di per sé risulta un acconciatura molto ordinata e carina, ma la si può rendere ancora più bella ed elegante. Anche qui, si può puntare su un look liscio o riccio. In base a cosa si sceglie, si può tranquillamente acconciare la coda. Una cosa su cui puntare molto l’attenzione è il davanti: i capelli possono essere sistemati in modo aderente alla cute, quindi ordinati e fissati, oppure si può dare un tocco più sbarazzino gonfiando la parte anteriore, quasi a creare una gobba. Come detto in precedenza, si può scegliere se coprire o meno l’elastico con i propri capelli. Certo è che, se l’elastico è bello, magari con quale punto luce o brillantino, non vale la pena coprirlo.

Sono molte le star moderne che utilizzano questa tipologia di acconciatura molto spesso. Una delle più amate e che più di altre utilizza la coda di cavallo è Ariana Grande. Se amate la coda di cavallo, potreste prendere sicuramente spunto da lei. 

Acconciatura con coda di cavallo bassa

Come è deducibile, la cosa di cavallo ha il suo fascino anche se bassa. A prima vista potrebbe sembrare un po’ più disordinata e scialba rispetto a quella alta. Qui sarà dimostrato che, se fatta con criterio e sistemata nel modo giusto, può dare dei risultati davvero belli. Inoltre, a differenza della coda totalmente raccolta in alto, la coda bassa perfette di poter giocare di più sulla parte superiore della testa, magari con una qualche ulteriore acconciatura.

Coda di cavallo con treccia

Quindi, partendo da questo punto, possiamo per esempio notare quanto sia bella la coda di cavallo bassa anticipata da una bella treccia che quasi accompagna i capelli fin dentro l’elastico. Per quanto riguarda la treccia, sono diversi i modi in cui questa può essere realizzata (ce ne sono almeno tre). La più gettonata tra le trecce è quella a spina di pesce. In questo tipo di acconciature, infatti, le trecce devono essere comunque aderenti alla cute, proprio perché devono accompagnare il resto dei capelli a convergere in una coda. Si possono realizzare il numero di trecce che si preferisce: una centrale da sola o accompagnata, magari, da altre e due trecce laterali. Alternativa anche carina è una treccia che simula una coroncina, che circonda tutto il capo da destra a sinistra, e che converge sempre nella coda.

Per quanto riguarda la cosa, anche qui si può scegliere il look che più si preferisce. Essendo la coda bassa molto semplice come acconciatura, la si può acconciare in modo altrettanto semplice, magari semplicemente cotonando un po’ i capelli e dando un po’ di volume, creando un effetto un po’ arruffato, che piace molto.

Qui può essere molto efficace provare degli accessori per capelli da inserire dove più si preferisce. Sicuramente molto scenico, per esempio, sarebbe inserire qualche nastrino colorato o qualche fila di brillantini all’interno della treccia, che sicuramente doneranno colore e lucentezza ai capelli. Si può giocare molto su questi piccoli trucchi, spesso cambiano proprio il risultato.

Coda di cavallo intrecciata

Allora, la coda di cavallo è per antonomasia lunga. Per questo motivo, oltre a piastrarla o arricciarla, si può anche pensare di farci qualche cosa un po’ più elaborata, magari rendendola intrecciata. Niente di troppo astruso o che richieda chissà quale arte, quasi sempre le cose migliori e più belle sono quelle semplici e coincise. Proprio per questo motivo, possiamo parlare di qualche acconciatura che prevede di intrecciare la coda stessa.

Coda di cavallo Blake Lively

Quando si parla di intrecciare si può pensare sia alla classica treccia a tre ciuffi, oppure quelle un po’ più complesse, come quella a spina di pesce, oppure semplicemente un attorcigliamento di due ciocche. Per quanto riguarda quest’ultimo, può sembrare banale dirlo, ma basta in realtà prendere due ciocche ed attorcigliarle tra di loro. Qui, come detto in precedenza, si può abbellire il tutto con qualche nastro o filo di brillantini all’interno delle ciocche intrecciate oppure con dei fermagli da infilare un po’ alla rinfusa nell’acconciatura. Spesso, quando si tratta di cerimonie o eventi particolarmente eleganti, si può pensare, per esempio, di mettere qualche fiorellino che possa abbellire ancora di più il tutto. Per quanto riguarda poi il look completo, in caso di eventi speciali si può optare anche per un make up particolare da cerimonia: specifico, semplice e pulito.

Queste tipologie di acconciature le troviamo molto diffuse nel mondo delle star. Vediamo come la coda con treccia siamo molto apprezzata da attrici come Blake Lively, che in più eventi si è mostrata con una lunga coda bionda acconciata con una treccia: bella che dire bella è poco.

Molto spesso troviamo attrici con queste lunghe code anche acconciate sempre in modo molto particolare. Per esempio, un’acconciatura che di questi tempi va molto di moda, prevede l’utilizzo di più elastici che stringono la coda in più punti, creando tante piccole zone rigonfie. Lo vediamo, per esempio, in alcune foto di Shay Mitchell, dove la bella attrice canadese è ritratta con una lunga coda nera ripresa in più punti da elastici scuri. Detta così magari può sembrare nulla di particolare,  ma l’effetto è davvero sorprendente, in fondo. Soprattutto se curata in modo giusto, magari con la cute ordinata e tenuta salda dall’utilizzo di lacca o gel.

Coda di cavallo arruffata

Ora, a molte piane uscire fuori dall’ordinario e dalla precisione schematica che alcune occasioni richiedono. Per questo, molte scelgono un’altra opzione, diversa, ma più che valida. Si tratta della coda di cavallo arruffata o scompigliata, come si preferisce. Per quanto possa sembrare una cosa fatta un po’ a caso, non è affatto così. Per ottenere l’effetto giusto serve comunque che sia fatto un lavoro dietro.

Rihanna coda di cavallo

Innanzitutto, volendo ottenere un risultato un po’ più free, libero, quasi selvaggio, occorre evitare di utilizzare qualsiasi tipo di blocco visibile: bisogna lasciare i capelli morbidi, quasi sciolti, e meno l’elastico si vede e meglio è. Detta così sembra quasi che basti lasciare i capelli alla rinfusa, tenuti in alto da qualche fermaglio, ma anche qui il trucco è dietro l’angolo. Per rendere i capelli morbidi, c’è bisogno che l’elastico li raccolga: solo dopo di questo si può procedere ad allentare la coda. Ancor meglio, per ottenere l’effetto desiderato, è se alcune ciocche vengono lasciate fuoriuscire dall’acconciatura: proprio come se fossero in disordine.

Questa coda la si può fare con ogni tipo di capello, si intenda, ma sicuramente ce ne è uno che risulta più veritiero: il mosso. I capelli mossi sono perfetti per rendere quel senso di trasandato, che trasandato non è. Il mosso è già scompigliato di suo, con una piccola mano risulta anche meglio. Nel complesso finale, il risultato sarà come se tutto fosse rilassato, incluso il vostro volto.

Anche questa acconciatura è apprezzata molto da protagoniste del mondo dello spettacolo. Per esempio, la cantante Rihanna sembra apprezzare molto questo genere di coda, resa certamente molto bella dal suo tipo di capello: riccio afro, spettacolare.

Conclusioni

Insomma, si può concludere tranquillamente dicendo che la coda di cavallo è una delle acconciature più versatili che esistano. La si può veramente indossare in ogni occasione, adattandola ad ogni tipo d’evento o situazione: dal jogging alle sfilate di moda.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI