Come proteggere i bambini dall’inquinamento domestico

E' un tema delicato al quale prestare molta attenzione.

Home > Bellezza > Come proteggere i bambini dall’inquinamento domestico

Ci preoccupiamo ogni giorno dell’inquinamento che potrebbe esserci in strada, soprattutto nelle città più grandi e più trafficate. Ma quanto ne sappiamo dell’inquinamento indoor? Nelle nostre case, ma anche nelle scuole, nelle palestre e negli altri spazi frequentati dai più piccoli, possono essere molte le sostanze inquinanti che, a lungo andare, possono mettere a dura prova la salute di tutti quanti, in particolare dei più piccoli di casa. Batteri, muffe, composti organici volanti e molto altro ancora: come proteggere i bambini?

Uno studio condotto dalla Purdue University e recentemente pubblicato su “Environmental Science & Technology” ha confermato che una scorretta ventilazione dell’aria negli ambienti chiusi espone a rischi anche gravi per la salute i bambini. Gattonando sul pavimento i piccoli possono batteri, pollini e microrganismi fino a quattro volte in più rispetto ad un adulto.

L’esposizione agli agenti inquinanti nei primi momenti di vita può aumentare il rischio di sviluppare asma e allergie, come sottolineato da altri studi epidemiologici condotti dall’AAITO, Associazione Allergologi Immunologi Territoriali e Ospedalieri. Dati recenti ci dicono che l’aria degli ambienti chiusi può essere dalle 5 alle 10 volte più inquinata rispetto a quella esterna.

Proteggere i bambini in casa e in tutti i luoghi in cui si vengono a trovare al chiuso è fondamentale, sia se abitiamo in centri abitati con più inquinamento sia se abitiamo in zone che lo sono meno. Per fortuna il Ministero della Salute dà ottimi suggerimenti per tenere a bada l’inquinamento all’interno degli spazi domestici e anche scolastici.

Fate attenzione a non fumare in casa o vicino ai bambini, utilizzate prodotti naturali per la pulizia della casa, evitate di usare gli antiparassitari in casa, non usate colle e vernici potenzialmente pericolose e fate attenzione anche ai processi di combustione che avvengono in casa, come la cottura dei cibi o il riscaldamento.

Pulire con cura, far cambiare spesso l’aria, fare regolare manutenzione di impianti di condizionamento, termosifoni e riscaldamento, usare appositi sistemi di ventilazione o deumidificatori possono essere ulteriori consigli per un’aria più pulita anche in casa.