Come usare l’olio di ricino sui capelli per favorire la crescita

Scopriamo i benefici di questo prodotto sulla chioma e se davvero funziona oppure no.

Home > Bellezza > Come usare l’olio di ricino sui capelli per favorire la crescita

Secondo alcuni esperti di bellezza,  l’olio di ricino sarebbe una  soluzione naturale per la crescita dei capelli.

Si dice che questo prodotto, un antico rimedio usato a lungo  nella medicina tradizionale, idrata il cuoio capelluto, allevia la forfora e lascia i capelli lisci e lucenti. Scopriamo di più sulla crescita capelli con olio di ricino.

Cos’è l’olio di ricino e i benefici sui capelli

L’olio di ricino è ricavato dal seme di ricino  – Ricinus communis – ed è ricco di acido ricinoleico, un tipo di acido grasso trovato per combattere l’infiammazione.

Se applicato sul cuoio capelluto, l’olio agisce positivamente sui follicoli piliferi, favorendo cioè la crescita dei capelli. Inoltre, l’olio di ricino protegge i capelli  dalla caduta.

Come usare il prodotto

capelli-perfetti

Alcuni sostengono che l’olio di ricino possa aumentare la ricrescita dei caplli, con una  applicazione mensile, con risultati fino a cinque volte magiori rispetto alla normale ricrescita.
Non esistono ricerche scientifiche che accertano gli effetti dell’olio di ricino sui capelli. Tuttavia, alcuni studi hanno dimostrato che comuqnie l’olio di ricino può migliorare l’aspetto dei capelli aumentandone la lucentezza.

Come si usa

Prova a strofinare solo alcune gocce di olio sul cuoio capelluto. Puoi anche massaggiare alcune gocce aggiuntive di olio di ricino nella parte centrale e selle punte dei tuoi capelli, per  proteggerli dalla rottura e per migliorare la struttura dei capelli.

Lasciare agire l’olio  per circa due ore, raccogliendo i capelli in una cuffia da doccia. Dopodiché procedete con il normale lavaggio.
Alcuni sperti di cura dei capelli raccomandano di usare l’olio di ricino non più di una volta alla settimana. perché potrebbe accumularsi.
Potete anche alleggerire la texture dell’olio di ricino con trattamento mescolandolo con altri oli di origine vegetale  – come il cocco o il jojoba – anche per migliorare il profumo.