Cosa succede quando smettiamo di mangiare zucchero

Ecco cosa accade al nostro organismo se lo eliminiamo.

 

Lo zucchero (ci riferiamo allo zucchero raffinato bianco) è in grado di dare dolcezza alla nostra vita. Sappiamo che non è il massimo per la nostra salute, eppure resistergli è quasi impossibile, anche perché, a lungo andare, se ne abusiamo, il rischio è quello di cadere in una sorta di dipendenza, che, come tutte le dipendenze, non fa bene alla nostra salute. L’eccesivo consumo di zucchero può mettere a rischio il nostro organismo. Va bene, lo sappiamo, ma cosa succede nell’esatto momento in cui decidiamo di smettere di mangiare zucchero? Cosa accade al nostro organismo quando diciamo basta allo zucchero raffinato bianco e a tutti i prodotti da forno o confezionati che ne contengono quantità spropositate?

zucchero
Bye bye zucchero

1. Le energie aumentano

E noi che pensavamo l’esatto opposto ovvero che fosse lo zucchero a darci energie. Riducendone l’uso, invece, possiamo avere più energie, visto che lo zucchero sarebbe la causa dei cali che sperimentiamo spesso.

2. Il cuore vi ringrazia

Troppo zucchero aumenta i rischi di attacchi di cuore.

3. Ridotti i rischi di cancro

Diminuendo lo zucchero bianco raffinato, potete anche diminuire il rischio di ammalarvi di alcuni tipi di cancro.

4. Il fegato ringrazia

Fruttosio e glucosio fanno male al fegato, proprio come l’alcol.

5. Riposerete meglio

Ebbene sì, troppo zucchero altera il ritmo del sonno: avete presente quando i bambini mangiano le caramelle la sera? Ecco, evitiamo!

6. Pelle più bella

Lo zucchero interferisce con la produzione di collagene ed elastina: ridurre i consumi può aiutarci ad avere una pelle più bella.

7. Dimagrire

Gli alimenti zuccherati sono anche molto grassi, hanno molte calorie e molti carboidrati. Inoltre una riduzione di zucchero vi permetterà di sentirvi sazi prima.

8. Anche i denti ringraziano

Addio carie e addio altri disturbi che ci costano tanti soldi e tanto dolore dal dentista.

Ora che abbiamo tolto lo zucchero dalla nostra alimentazione, come possiamo sostituirlo?