Sbiancare i denti, rimedi naturali: 4 semplici modi

Vorresti un sorriso più luminoso senza ricorrere a prodotti chimici? Prova i 4 semplici modi per sbiancare i denti con rimedi naturali

Home > Bellezza > Sbiancare i denti, rimedi naturali: 4 semplici modi

Tutti ci teniamo ad avere un sorriso smagliante. Tuttavia andare dal dentista ci pesa un po’, dato che il costo è quello che è. Fortunatamente è possibile sbiancare i denti con rimedi naturali, in pochi semplicissimi modi.

Anche se è vero che ci sono molti prodotti preconfezionati tra cui scegliere, la maggior parte di questi utilizza prodotti chimici. Dunque se vuoi denti più bianchi ma vuoi anche evitare le sostanze chimiche ecco 7 metodi estremamente sicuri.

Prendi e sputa l’olio di cocco per sbiancare i denti

Ti sorprenderà, ma per sbiancare i denti è possibile usare l’olio: il più indicato è quello di cocco per il suo gusto gradevole. Si tratta di un rimedio antico, che rimuove tutte le tossine dalla cavità orale.
olio-di-cocco
Devi prendere un cucchiaio di olio. Dopodiché devi aspettare cinque minuti muovendo la bocca e facendolo andare su e giù per tutto il cavo orale. Gonfia e sgonfia le guance, dopodiché spingi la lingua contro i denti e “spalma” l’olio. Sputalo e ripeti per una decina di volte.

Usare questo metodo serve non solo a sbiancare i denti, ma anche a ridurre le infiammazioni e a sterminare alcuni batteri che provocano placca e gengivite.

A differenza di molti altri metodi di sbiancamento dei denti, l’uso dell’olio di cocco non espone i denti agli acidi o ad altri ingredienti che erodono lo smalto. Ciò significa che puoi farlo ogni giorno.

Spazzola con bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio ha proprietà sbiancanti naturali, motivo per cui è uno dei più tipici ingredienti nei dentifrici commerciali. Ha un delicato potere abrasivo che può aiutare a rimuovere le macchie superficiali sui denti.

Inoltre, crea un ambiente alcalino in bocca, che impedisce ai batteri di proliferare. Per utilizzare questo rimedio ti basta mescolare 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio con 2 cucchiaini d’ acqua e lavarti i denti con la pasta creata.

Ricordati che essendo leggermente abrasivo non è un metodo da usare ogni giorno: puoi farlo un paio di volte a settimana.

Usare il perossido di idrogeno (con cautela!)

Il perossido di idrogeno è un agente sbiancante naturale che uccide anche i batteri. In genere si usa per disinfettare le ferite sotto forma di acqua ossigenata. Quella che si può usare per i denti è una soluzione all’1,5%: gli altri tipi di perossido di idrogeno sono dannosi.

Un modo pratico per utilizzarlo è prendere una parte di acqua ossigenata all’1,5%, allungarla con due cucchiaini d’acqua, aggiungere un cucchiaino di bicarbonato di sodio, mescolare e spazzolare i denti con il composto.

L’uso di questa pasta fatta in casa va limitata a una volta al mese, in quanto un uso eccessivo può erodere lo smalto dei denti.

Usare l’aceto di mele

L’aceto di mele è uno dei prodotti con più proprietà e benefici che possiamo trovare nelle nostre cucine. È stato usato per secoli come disinfettante e prodotto per la pulizia naturale. L’acido acetico, che è il principale ingrediente attivo dell’aceto di mele, uccide efficacemente i batteri.

La proprietà antibatterica dell’aceto è ciò che lo rende utile per pulire la bocca e sbiancare i denti. Puoi usarlo come collutorio, diluirlo con acqua e farlo roteare in bocca per diversi minuti. Assicurati di risciacquare la bocca subito dopo.

Ricordati che l’acido acetico ha il potenziale di erodere lo smalto sui tuoi denti. Per questo motivo, non dovresti usarlo tutti i giorni, ma al massimo una volta alla settimana.