Seno rifatto: si o no?

Seno rifatto: si o no?

Ecco quello da sapere sulla mastoplastica additiva, prima e dopo l’operazione

Rifarsi il seno, sì o no? Sono moltissime le donne che oggi decidono di ricorrere all’intervento di mastoplastica additiva per diverse ragioni, altrettante però si interrogano su questa operazione: sarà davvero la scelta migliore per cambiare cosa non piace del proprio fisico?

Gli interventi al seno, rispetto ad alcuni anni fa, sono decisamente migliorati, tuttavia occorre informarsi molto bene su tutta la procedura e scegliere accuratamente il chirurgo in grado di comprendere le nostre esigenze.

Seno rifatto: si o no?

Seno rifatto: l’intervento

La scelta di rifarsi il seno, è prerogativa di molte donne che decidono o comunque desiderano un seno più grande o più alto, meglio se proporzionato al fisico che hanno.
C’è chi ama le taglie importanti, anche se il fisico è magro e esile e chi invece preferisce optare per un seno che sia armonioso sul proprio corpo e che sembri naturale.

I vantaggi di avere un seno rifatto e come una donna lo desidera ha innumerevoli vantaggi, tra questi quello di non indossare reggiseni push up e imbottiti e infilarsi anche abiti dove si può mostrare orgogliosamente il proprio decoltè.

La migliore scelta, riguardo la mastoplastica additiva, è quella di optare per un seno naturale, che sia proporzionato al corpo. Quello che dovete sapere, prima di sottoporre all’intervento è che dopo l’operazione, il seno rifatto al tatto sarà un po’ più freddo rispetto a quello vero ed è sicuramente più rigido e turgido.

Con la mastoplastica additiva le protesi sono inserite sotto la ghiandola mammaria o sotto il muscolo attraverso un’incisione di piccole dimensioni attorno all’areola. L’intervento è attuato in anestesia locale con sedazione profonda.

Seno rifatto: si o no?

Seno rifatto prima e dopo

Quando si sceglie di sottoporsi all’intervento per rifarsi il seno, è opportuno valutare prima tutte le conseguenza dell’operazione perché non si potrà più tornare indietro. Un seno rifatto male, è più sgradevole di uno piccolo o svuotato, quindi informatevi sempre sui risultati post operatori e chiedete al chirurgo di mostrarvi le fotografie di chi ha già subito la mastoplastica additiva.

Prima di decidere di operarvi quindi, riflettete bene sulle motivazioni che vi spingono a farlo e sulle esigenze da soddisfare, solo infatti comprendendo queste cose potrete, insieme al chirurgo scelto, intraprendere il percorso migliore.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Donna diventa grigia a 21 anni, ma oggi non si tinge più e si sente più bella

Donna diventa grigia a 21 anni, ma oggi non si tinge più e si sente più bella

7 code di cavallo diverse per ogni giorno della settimana

7 code di cavallo diverse per ogni giorno della settimana

Beauty routine quotidiana prima del matrimonio

Beauty routine quotidiana prima del matrimonio

Gyrotonic, la disciplina che fonde yoga, danza e nuoto

Gyrotonic, la disciplina che fonde yoga, danza e nuoto

Perché non bisogna svegliare un sonnambulo?

Perché non bisogna svegliare un sonnambulo?

6 validi motivi per chiedere un taglio di capelli "Dry cut"

6 validi motivi per chiedere un taglio di capelli "Dry cut"

Crema Nivea, modi alternativi per farne buon uso: mai lo avresti immaginato!

Crema Nivea, modi alternativi per farne buon uso: mai lo avresti immaginato!