depurare-fegato-una-settimana-segnali

Depurare il fegato in una settimana, tutti i metodi

Basta abituarci a poche sane abitudini, che favoriscono il naturale funzionamento del nostro organismo, per depurare il fegato in una settimana

Ogni tanto fa bene disintossicare il nostro organismo, per esempio con delle accortezze specifiche per depurare il fegato, in una settimana o in pochi giorni in più. Mangiare cibi sani o assumere prodotti naturali, può aiutare a sentirsi meglio e a favorire anche la perdita di peso.

Ecco qualche consiglio da parte degli esperti  su quali alimenti prediligere e su cosa fare per sentire il proprio corpo leggero e sano.

Come disintossicare il fegato velocemente

depurare-fegato-una-settimana-velocemente

Fortunatamente, il nostro corpo è già predisposto per eliminare le tossine, attraverso un meccanismo sofisticato che coinvolge più organi, fegato, reni, apparato digerente, pelle e polmoni.

Possiamo, tuttavia, migliorare e ottimizzare il sistema di disintossicazione naturale del nostro corpo in certe situazioni.

Molti programmi detox si focalizzano in particolare sulla la funzione svolta dal fegato che è il principale sito di trasformazione delle scorie e di tantissime altre funzioni essenziali.

Le tossine possono entrare in contatto con il nostro organismo non solo attraverso il cibo, ma anche con i prodotti per la  cura della pelle,con i detergenti per la casa e attraverso l’aria inquinata.

In generale, anche se non possiamo necessariamente controllare la nostra esposizione a tutti gli inquinanti e alle sostanze chimiche, possiamo fare dei cambiamenti dietetici e di stile di vita strategici, che contrastano i loro effetti.

Mangiare pochi zuccheri raffinati

Mantenere una bassa assunzione di zucchero raffinato ogni giorno – quelli che si trovano nei cibi elaborati come i dolci – è una sana abitudine. Stando ad alcune ricerche, lo zucchero può essere, infatti,  dannoso per il fegato al pari dell’alcol. L’elevato consumo di cibi zuccherati e altamente trasformati aumentano il fattore di rischio di obesità e ad altre malattie croniche, come malattie cardiache, cancro e diabete.

zuccheri

Queste malattie ostacolano la capacità del corpo di disintossicarsi naturalmente,  danneggiando proprio gli organi che svolgono un ruolo importante, come il fegato e i reni. Ad esempio, un elevato consumo di bevande zuccherate può causare fegato grasso, una condizione che influisce negativamente sulla funzionalità epatica.

Mangia cibi antiossidanti

Gli antiossidanti proteggono le cellule dai danni causati dalle molecole chiamate radicali liberi, che il nostro corpo produce naturalmente. Quando questi ultimi sono in eccesso, provocando danni alle cellule del corpo, favorendo una serie di condizioni, come le malattie del fegato.

Per approfondimenti, scorpiamo tutta la verità sui radicali liberi.

Il cacao riduce la diarrea e fa diventare più intelligenti

Una dieta ricca di antiossidanti può aiutare a combattere lo stress ossidativo, prediligendo, ad esempio, i cibi antiossidanti ricchi di vitamina A, vitamina C, vitamina E, selenio, licopene, luteina e zeaxantina. Questi cibi sono frutta, noci, cacao, verdure, spezie e bevande come il caffè e il tè verde, che contengono alcune delle più alte quantità di antiossidanti.

Ridurre lo stress

La disintossicazione è un processo legato anche al nostro sistema nervoso parasimpatico. Se abbiamo una vita ricca di impegni, sei siamo spesso in viaggio e sempre sotto stress, ciò non aiuta il lavoro svolto dal fegato e dagli altri organi che svolgono la funzione di disintossicazione.

Il segreto, quindi, per stare meglio, è cercare di camminare tutti i giorni o fare altri esercizi delicati come pilates o yoga. Queste attività abbassano il cortisolo e i livelli di stress del fegato e di tutto il corpo.

Ecco, infatti, per esempio, tutti i benefici dello yoga che non ti aspetti.

Bere regolarmente un succo di verdure crude

Alcuni esperti e nutrizionisti consigliano di bere regolarmente un succo a base di verdure crude. Le verdure ideali per la depurazione del fegato sono i cavoli, cavolfiori e cavoletti di Bruxelles, ai quali si può aggiungere un mix di carote, cetrioli, barbabietole e altre verdure a noi gradite.

Il motivo è che così è più facile assumere quattro o cinque porzioni di verdure in un colpo solo, con il vantaggio di renderle più facili da digerire e da  assorbire.

E se, invece, volete cucinare queste verdeure, ecco la ricetta dello sformato di cavolfiore.

Evitare di prendere troppi farmaci da banco

È inoltre importante assumere i farmaci da banco con moderazione e solo se strettamente necessario. Non dobbiamo mai superare mai la dose raccomandata, anche se si tratta di paracetamolo, poiché il fegato può essere compresso da queste sostanze.

In ogni caso, prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco, sarebbe sempre opportuno rivolgersi prima al proprio medico.

Bere molta acqua

L’acqua è la cura naturale migliore per tutte le funzionalità del nostro organismo e per depurare il fegato in una settimana.

Quest’ultima regola la temperatura corporea, lubrifica le articolazioni, aiuta la digestione e l’assorbimento dei nutrienti e disintossica il corpo rimuovendo i prodotti di scarto.

Le cellule del nostro corpo, infatti, devono essere continuamente riparate per funzionare in modo ottimale e per scomporre i nutrienti affinché l’organismo possa utilizzarlo come energia.

Questi processi rilasciano scarti – sotto forma di urea e anidride carbonica – che l’acqua trasporta, rimuovendo le scorie  attraverso la minzione, la respirazione o la sudorazione.

Si raccomanda un’assunzione giornaliera adeguata di acqua,  tre litri circa per gli uomini e due litri per le donne.

Depurare il fegato: cibi da preferire

depurare-fegato-una-settimana-

Mangiare sano è la regola per ottimizzare la funzionalità del fegato, tuttavia, alcuni cibi sono particolarmente utili per depurare il fegato in una settimana o in più tempo.

Mandorle

Le mandorle, così come i semi di girasole, gli arachidi, sono tutti ottime fonti di vitamina E, un potente antiossidante che può contrastare lo stress ossidativo associato alla malattia del fegato grasso.

Carciofo

Il carciofo contiene dei derivati fenolici che stimolano naturalmente  il flusso biliare e proteggere il fegato. I carciofi si possono cuocere al microonde o si possono semplicemente bollire: sono molto buoni e salutari.

Frutti di bosco

Le bacche dai colori intensi, come mirtilli, more e lamponi, non sono solo piene di fibre; contengono sostanze fitochimiche chiamate antocianine, che hanno potenti proprietà antiossidanti. Questi piccoli frutti favoriscono l’eliminazione dei radicali liberi e hanno effetti anti infiammatori.

Barbabietole

Queste radici color rubino supportano la riparazione cellulare nel fegato, grazie alle loro potenti proprietà antiossidanti.

Verdure crocifere

Tutti i broccoli,cavoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles e crescione contengono alcune sostanze che sono protettive per il fegato.

Alcuni esperti ci dicono che una bevanda a base di broccoli può attivare degli enzimi che aiutano la depurazione dalle tossine nel flusso sanguigno.

Agrumi

Limoni, mandarini e arance contengono un composto chiamato D-limonene, che può aiutare a rallentare i danni ossidativi causati al fegato a seguito di una dieta ricca di grassi.

Verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde  come la rucola e gli spinaci,  contengono clorofille vegetali, che aiutano a rimuovere sostanze chimiche, pesticidi e metalli pesanti dal flusso sanguigno.

Lenticchie

Gli alimenti ricchi di fibre, come le lenticchie,  aiutano la regolarità intestinale e dunque l’eliminazione delle tossine dall’intestino. Ottimi sono tutti i legumi, lamponi, ortaggi a radice, mele, pere, avocado e mandorle.

Salmone

Presente tra i sei alimenti che tutte le donne dovrebbero mangiare, il salmone è un vero e proprio concentrato di salute. Gli omega-3 favoriscono il benessere del fegato, con un aumento dei livelli di  colesterolo HDL, quello buono.

Tisane detox per il fegato

Nella nostra dieta includiamo anche delle tisane che possono favorire la depurazione del fegato. Ecco per voi alcune ricette da provare.

Tisana alla liquirizia

La liquirizia ha proprietà digestive, depurative e diuretiche.  Per preparare la tisana basta mettere una  radice di liquirizia in un pentolino di acqua bollente, lasciandola in infusione, per un’oretta.

Acqua e limone

Possiamo bere un bicchiere di acqua calda e limone al mattino per depurare il fegato e migliorare il transito intestinale.

La preparazione di questa bevanda detox è molto semplice. Riscaldare l’acqua in un pentolino fino ai trentasette, massimo quaranta gradi.

Dopodiché aggiungere il succo di limone. La dose  per persona può variare da mezzo a un limone fresco e preferibilmente biologico.

Decotto di bardana

Anche la bardana può essere utile per la depurazione del fegato.  Questa pianta ha anche altre proprietà, favorisce la diminuzione del colesterolo ed è antireumatica.

La tisana si prepara così:  bollire in un contenitore circa 300 cc di acqua, per due tazze. Quando l’acqua bolle,  versare un cucchiaio di radice di bardana e lasciar cuocere dai  cinque ai sette minuti.

Una volta che l’acqua si sarà colorata, lasciamo riposare il decotto per un quarto d’ora.

Frullati per depurare il fegato e perdere peso

depurare-fegato-una-settimana-frullati

I frullati sono un modo alternativo per assumere nutrienti importanti, vitamine e minerali, a metà mattina o a merenda. Ecco alcune ricette benefiche per il fegato e anche golose.

Smoothie colorato, mela, carota e ravanello

Questo frullato è a base di frutta e verdura che insieme forniscono  minerali e vitamine utili per il funzionamento del fegato e dunque per l’eliminazione dell’eccesso di grassi.

Basta frullare due ravanelli, una carota e una mela verde, con un bicchiere d’acqua.

Prima di mettere gli ingredienti nel frullatore, tagliare gli ortaggi e il frutto a pezzetti, dopo averli lavati bene.

Frullato rosso mirtilli e barbabietola

Un’altra ricetta da includere nella nostra dieta è a base di barbabietola e mirtilli.

Questa bevanda allevia il senso di pesantezza e gonfiore. Si prepara con  tre barbabietole, sessanta grammi di mirtilli, il succo di un limone e acqua fredda.

Spremere il succo delle barbabietole e versarlo nel mix di succo di limone e  mirtilli, frullati precedentemente insieme.

Frullato verde, al prezzemolo e sedano

Il  prezzemolo contiene le vitamine A e C,  ferro e magnesio e favorisce la funzione di molti organi, come il fegato.

Anche il sedano è ricco di minerali e svolge un’azione diuretica. Questo frullato si prepara mescolando in un mixer: 1 cucchiaino di prezzemolo con un gambo di sedano, un cetriolo e un bicchiere d’acqua.

Come disintossicarsi in modo naturale

depurare-fegato-una-settimana-cosa-fare

Non solo l’alimentazione, ma anche alcune sane abitudini possono aiutare a mantenere in equilibrio il processo naturale di depurazione del nostro corpo.

Dormi le ore necessarie per ricaricare il corpo

Garantire a se stessi un sonno adeguato e di qualità ogni notte è un must per sostenere la salute del nostro corpo e il sistema di disintossicazione naturale.

Il sonno consente al cervello di riorganizzarsi e ricaricarsi, oltre a rimuovere i sottoprodotti dei rifiuti tossici che si sono accumulati nel corso della giornata.

Il cattivo sonno è stato collegato a conseguenze sulla salute a breve e lungo termine, come stress, ansia, pressione alta, malattie cardiache, diabete di tipo due e obesità. Dovremmo dormire da sette a nove ore a notte per stare bene.

Con la privazione del sonno, il tuo corpo non ha il tempo di svolgere queste funzioni, quindi le tossine possono accumularsi e influenzare diversi aspetti della salute.

Se abbiamo difficoltà a dormire o ad addormentarti di notte, cambiamo alcuni aspetti del nostro  stile di vita.

La prima cosa da fare è limitare l’esposizione alla luce blu – emessa da dispositivi mobili e schermi di computer – prima di andare a letto o comunque la sera, per migliorare il sonno.

Svolgi attività fisica

Anche l’esercizio fisico svolto con regolarità, indipendentemente dal peso corporeo, è associato a una vita più lunga e a un rischio ridotto di molte condizioni e malattie, tra cui diabete di tipo 2, malattie cardiache, ipertensione e alcuni tumori.

Il consiglio degli esperti è di fare almeno un’ora e mezza o tre ore a settimana di attività fisica di intensità moderata – come camminare a passo svelto – o 75-150 minuti a settimana di attività fisica di intensità vigorosa, come correre.

In generale, l’esercizio fisico può aiutare anche il nostro sistema di disintossicazione a funzionare correttamente.

Utilizza prodotti naturali

Per diminuire l’esposizione a sostanze tossiche , che possono in qualche modo passare nel nostro organismo possiamo anche passare a prodotti per la pulizia naturali.

Per esempio, aceto e bicarbonato di sodio,  rispetto a detergenti commerciali, può ridurre l’esposizione a sostanze chimiche potenzialmente tossiche.

Si possono scegliere anche prodotti per la cura del corpo fatti con ingredienti naturali, dai  deodoranti ai trucchi e dalle creme idratanti agli shampoo, se fatti con sostanze naturali.

Per esemio, potete provare a fare queste tre maschere per le mani naturali fai da te.

Quando fare una dieta disintossicante

Possiamo capire quando il nostro corpo necessita di un aiuto alla sua disintossicazione naturale attraverso alcuni segnali. Ecco quelli a cui fare caso e che ci fanno capire se il fegato ha bisogno di un piccolo supporto:

  • Hai spesso voglia di zucchero.
  • Sei sempre stanca o svogliata
  • Soffri spesso di costipazione
  • Hai allergie stagionali.
  • Mangi sano ma non ti senti leggera
  • La tua pelle non è chiara, ma tendente al grigio
  • Soffri di prurito.
  • Hai dolori articolari.
  • Sei in sovrappeso.
  • Sei sensibile a sostanze chimiche, odori o farmaci.
  • Sei stressato o ansioso.
  • Non riesci a perdere peso.
  • Hai frequenti sbalzi d’umore.
  • Hai l’alito cattivo.
  • Si verificano gas e gonfiore frequentemente.

In generale, se ci sentiamo significativamente meno vitali, allora potrebbe essere un segno che il nostro fegato ha bisogno di un po’ di supporto o che la nostra dieta e stile di vita hanno bisogno di una revisione generale.

Dolori durante i rapporti intimi

Dolori durante i rapporti intimi

Fibromialgia: i sintomi a cui non si pensa

Fibromialgia: i sintomi a cui non si pensa

Micosi unghie dei piedi: come eliminare i funghi

Micosi unghie dei piedi: come eliminare i funghi

Ogni dente è associato a una parte del corpo. E lo è anche il dolore

Ogni dente è associato a una parte del corpo. E lo è anche il dolore

5 motivi per cui dovresti mangiare più lenticchie

5 motivi per cui dovresti mangiare più lenticchie

7 cose in casa che attirano energia negativa

7 cose in casa che attirano energia negativa

I danni della sigaretta riguardano anche la salute mentale

I danni della sigaretta riguardano anche la salute mentale