Disordine e caos provocano ansia, lo dice un nuovo studio

Avete la scrivania, l'auto e la casa sempre in disordine? Vivete nel caos? Secondo un recente studio siete più soggetti a soffrire di ansia e stress.

Home > Benessere > Disordine e caos provocano ansia, lo dice un nuovo studio

In un articolo scritto dallo psicologo Sherrie Bourg Carter e pubblicato Psychology Today è stato spiegato che caos e disordine sono fattori che provocano ansia. Case sottosopra, bambini che non mettono in ordine le loro stanze, partner che ha scordato i piatti sporchi nel lavandino: non state impazzendo per l’ansia, è tutto questo disordine nella vostra vita che vi provoca l’ansia.

caos e disordine

E la stessa cosa succede sul posto di lavoro. Sembra strano, ma raramente il disordine viene visto come una fonte significativa di stress.

Perché caos e disordine causano stress e ansia

Secondo Carter, ci sono 8 motivi che fanno sì che disordine e caos provochino stress e ansia:

  • il disordine ci sommerge perché provoca stimoli eccessivi, quindi i nostri sensi vanno in tilt
  • ci distrae dalle cose su cui vorremmo concentrarsi
  • rende più difficile rilassarsi mentalmente e fisicamente
  • continua a segnalare alla nostra mente che il lavoro non è stato fatto o finito
  • crea ansia perché pensiamo continuamente a come fare per ripulire tutto
  • impedisce di essere produttivi e creativi
  • ci rende più difficile trovare ciò di cui abbiamo bisogno e occupa spazio nella nostra lista di cose da fare

caos e disordine

Secondo il Centro UCLA, le donne tendono a reagire maggiormente al disordine presente in casa, producendo livelli più alti di cortisolo, ormone dello stress. Tuttavia stress e ansia causati dal disordine possono essere facilmente eliminati. E’ sempre Carter a spiegarci come fare.

Come mettere in ordine casa e ufficio

Ecco le regole da seguire:

  • bisogna coinvolgere la famiglia nelle pulizie. Se si è da soli, bisogna iniziare da uno spazio e finirlo prima di passare al prossimo, in modo da percepire i progressi positivi fatti
  • creare uno spazio specifico dove riporre gli oggetti, meglio se chiuso così da non doverli guardare di continuo
  • buttare via le cose che non si usano o che non servono più. Se non lo avete aperto o usato in un anno è ora di gettarlo via
  • ripulite il caos fatto dopo averlo fatto. Vi darà un senso di compiutezza