Come gestire rabbia e frustrazione

Volete gestire rabbia e frustrazione? Prendete a martellate un'auto!

Home > Benessere > Come gestire rabbia e frustrazione

Come gestire rabbia e frustrazione? Lo sappiamo, a volte è più forte di noi. Reagiamo in maniera sconsiderata perché magari il vaso è quasi pieno, sta traboccando e basta un niente a farci scattare. Magari prendendocela con chi in realtà non ha colpe. La rabbia fa male alla salute. Così come la frustrazione. Per questo dovremmo tenerle a bada. Anche se è più facile a dirsi che a farsi. E se prendessimo a martellate un’automobile?

rabbia e frustrazione

Fermi tutti, non scendete in strada e non prendete a colpi di martello le auto che vi capitano a tiro. Ma andate in Olanda. Qui dovrete trovare l’indirizzo di Car Smash, un’azienda che aiuta chi ha problemi di rabbia. Ci sono delle automobili prese dagli sfasciacarrozze locali che vengono messe a disposizione per chi vuole sfogarsi un po’.

L’azienda fornisce mazze, martelli, ma anche guanti, occhiali e tuta per proteggervi. E anche assistenza nel caso abbiate bisogno. Certo è un sistema un po’ estremo, ma funziona come le stanze della rabbia, dove prendere a martellate tutto ciò che vi circonda per ritrovare la calma!

Come gestire rabbia e frustrazione

Gestire rabbia e frustrazione, rimedi

Se non potete andare in Olanda, vi consigliamo di non provare questo rimedio a casa. Ma ce ne sono altri che possiamo usare per tenere sotto controllo la rabbia:

  • Arrabbiarsi è del tutto normale, ma cercate di esserne consapevoli, di essere presenti e di capire se si tratta di rabbia o di altre emozioni. Guardatevi sempre dentro prima di esplodere.
  • Sfogarsi un po’ ogni giorno è utile. Bastano 5 minuti, in cui magari in un angolo appartato urlate, salatate, vi sfogate!
  • L’attività fisica è sempre un toccasana, anche per calmarsi. Fate sport o uscite per una passeggiata quando capite di essere quasi arrivati al limite.
  • Cercate di riposare bene. Il sonno notturno ci aiuta anche a gestire la rabbia.
  • Non prendete tutto sul serio: allenatevi a sdrammatizzare un po’ le cose. Possibile che sia sempre tutto così catastrofico?
  • Le nonne dicevano di contare fino a 10 e se la rabbia non era passata, di andare avanti fino a 50!
  • Respirate, lentamente…