Giuggiole: le proprietà terapeutiche

Un frutto sfizioso che si mangia raramente, ma che ha sostanze nutritive importanti.

Home > Benessere > Giuggiole: le proprietà terapeutiche

Le giuggiole sono i frutti dell’omonimo alberto, che appartiene alla famiglia delle Ramnacee. Chiamato anche come dattero cinese, l’albero delle giuggiole si usa anche come pianta ornamentale. Scopriamo le proprietà delle giuggiole per la nostra salute.

 Le proprietà nutritive

giuggiole-frutti

Le giuggiole contengono molti principi nutritivi. Infatti, questi frutti sono una buona fonte di vitamine – come la vitamina C – e sali minerali, in particolare potassio, calcio e sodio.  Le giuggiole contengono anche pectina, mucillagini, antrachinoni, tannini e flavonoidi.

Le proprietà delle giuggiole

Date le sostanze che contengono, le giuggiole possono alleviare e contrastare diverse problematiche che rigardano la salute delle persone. Ecco perché magiare questi frutti.

Fanno bene all’intestino

giuggiole-benefici

Le giuggiole hanno proprietà lassative, dato il contenuto di antrachinoni, che aiuta appunta a contrastare la stitichezza. Sono indicate, dunque, nelle diete povere di fibre.

Favoriscono il benessere della mente

Le giuggiole hanno anche proprietà antidepressive e servono per contrastare l’insonnia. Non a caso, la medicina orientale prevede le giuggiole come rimedio contro  depressione, nervosismo o irritabilità.

Aiutano la circolazione sanguigna

Inoltre, le giuggiole contrastamo la pressione alta, per cui chi soffre di ipertensione le può inserire nella propria dieta come coadiuvante alla terapia farmacologica.

Alleviano le allergie

Le giuggiole sono utili anche per combattere gli stati infiammatori derivanti da allergie, ma anche dall’influenza.

Quando non assumere questi frutti

giuggiole

Le giuggiole hanno delle controindicazioni nelle persone più sensibili alle fibre o in chi ha problemi di aerofagia. In questi casi è consigliato mangiare poche bacche per evitare eventuali  coliche addominali.

Si dice anche che mangiare le giuggiole provochi un effetto collaterale legato al calo di desiderio sessuale. In ogni caso, prima di consumare le giuggiole con l’intento di usarle come frutto curativo,  è sempre consigliabile consultare il medico, soprattutto se si assumono altri  medicinali.

In ogni caso, mangiare qualche giuggiola ogni tanto fa bene a tutti e non nuoce a nessuno. Sono buonissime!