Ho sempre fame: da cosa dipende? Cause comuni e rimedi

Continuare a ripetere ho sempre fame non servirà a capirne i motivi: ecco quali sono le cause più frequenti e cosa fare.

Home > Benessere > Ho sempre fame: da cosa dipende? Cause comuni e rimedi

È uno di quegli ospiti indesiderati con cui ci si trova a convivere: stiamo parlando dell’appetito perenne, antagonista della linea. Per quanto ogni tanto ci si possa sentire dei casi anomali, non è affatto raro dire: ho sempre fame. In qualsiasi momento dell’anno e in qualsiasi fase della vita ci infatti sono dei motivi che possono generare degli squilibri che portano a questa indesiderata conseguenza. Ecco spiegato da cosa dipende l’avere sempre fame.

Non mangiare abbastanza proteine

Mangiare proteine è molto importante per il controllo dell’appetito. Le proteine sono infatti delle naturali riduttrici della fame, grazie a delle proprietà che permettono di consumare meno calorie durante il giorno.

Funziona in maniera molto semplice: l’assunzione di proteine aumenta la produzione di ormoni che segnalano la sazietà. Aumentare queste sostanze nutrienti potrebbe essere un rimedio alla fame perenne.

Esclamare “Ho sempre fame” potrebbe dunque significare che il vostro corpo necessita di carne, ma se non ne mangiate, niente paura: c’è un elenco di alimenti alternativi alla carne che ne contiene davvero tantissime.

Non dormire quanto è necessario

Ve ne abbiamo parlato quando vi abbiamo spiegato i trucchi per perdere 10 kg in un mese: dormire abbastanza è fondamentale. Questo non solo perché un riposo adeguato previene le malattie e mantiene attivo il cervello, ma anche perché evita la fame cronica.

Quando non si dorme abbastanza, infatti, si incappa in uno squilibrio del metabolismo basale. In pratica la sostanza che regola la grelina, ormone stimolatore della fame, aumenta nettamente in caso di mancanza di sonno. Questo perché il corpo entra nel mood risparmio energetico (sì, come lo smartphone) e tende a richiedere calorie e non a spenderle.

Mangiare troppi carboidrati raffinati

Croce e delizia, i carboidrati raffinati sono colpevoli di moltissime malefatte: fanno ingrassare e aumentano anche la fame (facendoci ingrassare ancora di più). Sono anche causa di picchi glicemici e il loro consumo smodato porta anche a molte malattie e disfunzioni.

Avere sempre fame può indicare che se ne sono consumati troppi. Vi abbiamo già spiegato che i carboidrati non vanno eliminati dalla dieta, ma calibrati al vostro stile di vita, quindi se avete il sospetto che siano loro i responsabili dei vostri attacchi di fame diminuitene il consumo e integrate alimenti con fibre, frutta e cereali.

Ci sono troppi pochi grassi nella dieta

Ogni eccesso è un difetto, quindi anche eliminare totalmente i grassi dalla nostra alimentazione può causare dei problemi e farci dire ho sempre fame. I grassi hanno un ruolo molto importante nel farci sentire sazi e il loro consumo (moderato) aumenta anche il movimento gastrointestinale. Questa particolare caratteristica coadiuva il processo di digestione e permettendo di non avvertire i morsi della fame prima del tempo.

Non ci sono abbastanza fibre nei pasti che mangiamo

Quello che spesso dimentichiamo è che il nostro corpo ha bisogno anche di fibre. Questo significa che occorre saperle integrare correttamente durante la giornata, magari preparando in casa qualche snack ricco di fibre portare anche al lavoro.

Le fibre sono alleate del transito intestinale, aiutano a risolvere i problemi di stitichezza e il loro arrivo nell’organismo fa sì che venga influenzato il rilascio di alcuni ormoni riduci-appetito. Le fibre solubili, inoltre, contribuiscono moltissimo al senso di sazietà.

Fame incontrollabile, possibile distrazione

Mangiare distrattamente è uno dei motivi per cui ci sentiamo spesso insoddisfatti e veniamo attanagliati da un appetito incontrollabile. Complici i ritmi di vita frenetici e l’abitudine malsana di mangiare davanti al nostro programma o serie tv preferito, il cibo diventa un rito d’accompagnamento più che un momento di godimento.

Mangiare senza fare nient’altro aiuta invece a concentrarci sulle quantità e sulla qualità di quello che introduciamo nel nostro corpo. Se si vuole provare a ridurre la fame, quindi, il primo passo è concentrarci su quello che abbiamo nel piatto e gustarlo lentamente.

Mangiare troppo velocemente, bere male

Oltre alla distrazione ci sono altre due variabili che possono portarci a dire ho sempre fame: il fatto di mangiare troppo velocemente e quello di bere male. Rallentare i ritmi ha lo stesso effetto del punto precedente, infatti concentrarci su ciò che mastichiamo permette  al corpo di fare focus sull’atto del mangiare e aiuta il senso di sazietà.

Per quanto riguarda il bere, sia le bevande gasate che quelle troppo zuccherate fanno lo stesso effetto dei carboidrati raffinati, dando al corpo un bisogno crescente di assunzione di zuccheri.

Note maligne anche per l’alcol: avere troppa fame può indicare che il fatto che si stanno bevendo un po’ troppi cocktail, dato che gli alcolici stimolano l’appetito.

Fare le analisi mediche non fa mai male

Ci sono, infine, diverse condizioni cliniche che possono scatenare la troppa fame. Il diabete causa sicuramente un incremento di appetito, così come alcune patologie della tiroide. In più ci sono delle medicine che possono fare lo stesso effetto: se state assumendo qualcosa giornalmente è meglio consultare il foglietto illustrativo. E non dite di no alle analisi cliniche.

Si ha solitamente molto appetito anche in gravidanza, infatti in alcuni trimestri avere troppa fame è normale e per nulla allarmante, dato che si tratta di una conseguenza degli sbalzi ormonali. Infine anche il ciclo mestruale fa la sua parte: prima e durante il ciclo si mangia sempre di più. E anche qui la colpa è degli ormoni.

Mai sottovalutare il proprio corpo

“Ho sempre fame, ho troppa fame, mangio continuamente”: sì, e questo significa qualcosa. Il nostro corpo ci lancia sempre dei segnali ed è bene tenerne conto. Il consiglio, pertanto, è di provare a fare qualcosa aggiustando lo stile di vita e la dieta seguendo i punti che abbiamo elencato.

Provate, inoltre, a tenere un vostro personale diario del senso di fame: potreste scoprire che aumenta in corrispondenza di determinati eventi che, inaspettatamente, vi provocano nervosismo. Conoscere se stessi è sempre il primo passo per risolvere qualsiasi problema, anche quello della fame!