Spiaggia

Irritazione da sabbia: che cos’è e come riuscire a evitarla

Curare e prevenire l'irritazione da spiaggia, qualcosa che rovina alle giornate al mare

Uno degli aspetti più piacevoli dell’estate sono e giornate di relax in riva al mare, ma può arrivare una fastidiosa irritazione da sabbia a rovinare tutto.

La sabbia, la salsedine e il caldo sono un mix letale per chi ha una pelle piuttosto delicata.

Ecco per quale motivo occorre prevenire e far in modo di non andare incontro a tutto ciò che potrebbe danneggiare la pelle e rovinare le vacanze.

L’irritazione da spiaggia è una problematica molto più comune di quanto si possa immaginare, vediamo allora come è possibile prevenirla e nel caso in cui insorga, come è possibile curarla e tornare a godersi il mare.

Irritazione da sabbia: cos’è

Sulla sabbia si annidano molti tipi di microrganismi, tra cui batteri e funghi che possono tendenzialmente provocare diversi fastidi a livello cutaneo.

Inoltre la sabbia è particolarmente escoriante ed è in grado di annidarsi nelle pieghe del corpo e sotto il costume dando vita a fastidiosi rossori che provocano prurito.

Quella che viene comunemente chiamata come irritazione da sabbia si manifesta con una serie di puntini rossi sul corpo.

Tale sfogo è molto fastidioso in quanto provoca arrossamento con conseguente prurito, in genere, come vedremo più avanti, viene curata con della pomata per la comune dermatite atomica che spesso affligge i bambini.

In alternativa ai medicinali è possibile utilizzare dei rimedi del tutto naturali che vedremo più avanti.

In altri casi l’irritazione si presenta con delle macchie bianche sulla pelle, in questo caso è importante farsi la doccia dopo il bagno per eliminare la salsedine.

Quest’ultima insieme alla sabbia può provocare danni alle pelli più sensibili.

Qualora si presentasse una problematica simile è molto importante prendersene cura per evitare che si manifestino infezioni e micosi della pelle.

Quindi la prima cosa da fare è contattare il proprio medico di famiglia e tenere la situazione sotto controllo seguendo i consigli che può darvi.

Occorre inoltre tener presente che ci sono episodi che possono peggiorare o aumentare il rischio che l’irritazione si manifesti.

Prevenzione

La sabbia unita alla salsedine può seccare la pelle, quindi è importante procedere a doccia frequente con acqua dolce dopo aver passato del tempo sulla spiaggia.

Il segreto ulteriore per prevenire queste irritazioni è asciugarsi bene e cambiare il costume dove la sabbia può restare dopo la doccia.

Se hai dei figli ricorda che i bambini hanno una pelle più delicata, quindi risultano essere facile preda di questa irritazione.

Oltre a procedere con doccia e cambi di costume frequenti, è opportuno non lasciarli mai giocare sulla sabbia completamente nudi.

Ma più avanti vedremo nello specifico perchè la pelle dei più piccoli risulta essere più delicata e quali sono le azioni di prevenzione da adottare.

Mai sdraiarsi direttamente sulla sabbia senza nessuna protezione come può essere un asciugamano o utilizzare costumi avvolgenti.

Nel caso in cui tu sia una persona sportiva evita o sport in spiaggia perchè il sudore unito alla sabbia può essere altamente corrosivo per la pelle.

Se nonostante le cautele sei vittima di un’irritazione da sabbia, evita per qualche giorno il mare, ricorda che l’acqua salata può solo che peggiorare la situazione.

Qualora si abbia un taglio si faccia ben attenzione a coprirlo, evitando così che la sabbia possa penetrare portando infezione.

Infine tiene d’occhio l’irritazione, perchè se nonostante gli accorgimenti adottati entro pochi giorni non migliora è il caso di valutare con un dottore se si fosse in presenza di un altro tipo di infezione come può essere la candida.

Irritazione da sabbia: rimedi naturali

Come accennato in precedenza può succedere che nonostante tutte le accortezze e le attenzioni possibili, la sabbia infida, provochi delle irritazioni.

In questo caso non lasciatevi prendere dallo sconforto, può succedere, l’importante è utilizzare i rimedi che possono dare sollievo.

Diversi sono quelli di origine naturale che si possono adottare al fine di guarire l’irritazione, vediamo quali.

Camomilla

Gli impacchi di camomilla sono la soluzione perfetta per molte irritazioni, grazie alle proprietà lenitive che ha.

Per curare le irritazioni da sabbia va bene anche utilizzare la camomilla acquistata al supermercato.

É sufficiente preparala e aspettare che si freddi, prima di utilizzarla sulle parti di pelle interessate.

L’applicazione può avvenire o tramite delle garze sterili o un panno di cotone.

Ricordarsi di utilizzare panno o garze pulite ogni volta per non espandere la parte di corpo interessata dall’irritazione.

Crema alla calendula

Una crema a base di calendula applicata sulla parte del corpo soggetta all’irritazione decongestiona la zona.

Inoltre il suo utilizzo permette di contrastare il prurito e il bruciore localizzato provvedendo a sfiammare.

Una crema da applicare possibilmente fredda, nello stesso modo in cui si utilizzerebbe l’Aloe Vera.

Aloe Vera

L’Aloe Vera tra le piante officinali è la più conosciuta e attualmente anche utilizzata per curare fastidi e problematiche derivanti da piccoli incidenti.

Molto facile trovarla e coltivarla anche nel proprio giardino o sul balcone, il gel contenuto al suo interno ha numerose proprietà.

Utilizzata anche per perdere peso, può essere applicata su irritazioni e bruciature grazie al suo potere lenitivo.

Una foglia conservata in frigorifero può essere aperta al bisogno e il gel contenuto al suo interno è in grado di rinfrescare la zona e aiutare a ridurre il fastidio provocato dall’irritazione.

Olio essenziale di Jojoba

L’olio di Jojoba è una fibra che ognuno di noi dovrebbe tenere a portata di mano in casa, per via della sua utilità in molti casi.

Spesso gli oli essenziali vanno in aiuto delle problematiche della pelle, per lenire bruciori ed irritazioni.

Tra tutti quello di Jojoba risulta essere il più efficace grazie alla sua capacità di ricostruzione del collagene e donare nuova vita ai tessuti.

È questo il motivo per cui applicare delle garze con alcune gocce di olio essenziale di Jojoba sulla zona irritata può donare molto sollievo.

Irritazione da sabbia nei bambini

La pelle dei bambini è molto delicata e capita spesso che essi siano più soggetti all’irritazione da sabbia.

Si tratta di una pelle sottile, che contiene più acqua ma che è anche più soggetta a disidratarsi facilmente.

L’irritazione da sabbia nei bambini da vita a una vera e propria dermatite che inizia con il rossore e si evolve in un fastidioso prurito dato dalla pelle che si secca e poi si screpola.

Le zone più soggette a questo sono mani, piedi, inguine e tutte le pieghe del corpo.

Ecco il motivo per cui è molto importante proteggere i bambini in spiaggia utilizzando una protezione adatta, non facendoli giocare sulla sabbia completamente nudi e procedendo a frequenti docce con acqua dolce.

Proteggere la pelle dei bambini

Per proteggere la delicata pelle dei vostri bambini è sufficiente intraprendere alcune semplici azioni.

Intanto è bene evitare di utilizzare detergenti di derivazione chimica, meglio puntare su quelli completamente naturali, ricavati da estratti come la camomilla o all’olio di mandorla.

Scegli una buona crema protettiva che sia sufficiente applicare una volta al giorno e che risulti resistente all’acqua.

Evita che si fermino eccessivamente a giocare con la sabbia e qualora questo non fosse possibile, è importante subito dopo procedere a doccia e cambiare il costume evitando così che la sabbia resti imprigionata vicino alle loro parti intime.

Infine ricorda di tenere sempre le unghie dei tuoi bambini corte, in modo che non possano danneggiare la cute nell’atto di grattarsi.

Banana quando mangiarla e perché

8 cibi che causano il cancro

Non ho più il ciclo, che succede? Ecco tutti i motivi

Che cos'è lo stress ossidativo, nemico del nostro corpo

Acqua di cumino per perdere peso e rimanere in forma

Che cos'è la sindrome della mano aliena?

I danni della sigaretta riguardano anche la salute mentale