Virus di primavera: i sintomi

ATTENZIONE: Il virus di primavera sta mettendo K.O. moltissimi italiani. Come si presenta e tutto quello che c'è da sapere

Home > Benessere > Virus di primavera: i sintomi

Passati i virus parainfluenzali, sopravvissuti al virus dell’influenza, ecco che adesso arrivano anche i virus di primavera. Come se non bastassero i sintomi da allergia, adesso ci sono in circolazione diversi virus, soprattutto di tipo gastrointestinale.

virus di primavera

I sintomi sono quelli classici di un’infezione intestinale da virus: mal di pancia, vomito, diarrea e febbre. Complici i continui sbalzi di temperatura, i virus primaverili hanno facile accesso al nostro organismo. E sono estremamente contagiosi. Spesso sono proprio i bambini a trasmetterli a mamma e papà. Fra tutti si distingue soprattutto l’Enterovirus: colpisce a qualsiasi età e di solito tende a trasmettersi a tutta la famiglia. Quindi dobbiamo assolutamente farcene una ragione.

Ma non solo virus intestinali, perché i virus primaverili possono essere anche molti altri. Per nostra gioia e per nostro gaudio. Oltre alle forme intestinali, infatti, abbiamo anche le forme di infezioni respiratorie da virus. E qui le cose si complicano un pochino: i sintomi, infatti, possono essere facilmente confusi con quelli delle pollinosi, vale a dire delle allergie ai pollini.

I maggiori problemi non si hanno con chi già sa di soffrire di allergie ai pollini: questi ultimi corrono ai ripari per tempo di solito e quindi sono a posto. Il problema più grande è per coloro che non sanno di essere allergici e che confondono i sintomi delle pollinosi con quelli delle forme virali. Che andrebbero curate un po’ meglio, chiedendo ovviamente consiglio al proprio medico curante.

Per distinguere fra forme allergiche e forme virali, bisogna osservare i sintomi. Nelle forme allergiche si hanno raffiche di starnuti e fuoriuscita di muco trasparente da naso e occhi.

In entrambi i casi, comunque, quando i sintomi persistono per più di 4 giorni, con o senza terapie, conviene sempre rivolgersi al proprio medico di base. Il fai da te alla lunga non fa bene alla nostra salute. Meglio chiamare il dottore!