Come pulire il camoscio

Come pulire il camoscio senza rovinarlo: tutti i trucchi e i consigli

Come pulire il camoscio? Consigli utili e dritte per lavarlo senza rovinarlo

Come pulire il camoscio? Quali sono i trucchi per non rovinarlo e mantenerlo sempre in buone condizioni? Il camoscio è un materiale molto delicato. Non si può lavare spesso e in alcuni casi si deve portare in smacchiatoria.

Abiti e accessori in camoscio sono belli e alla moda e quest’anno sono tra i trend di stagione. Non sono però come un paio di jeans che si possono indossare sempre e che con un lavaggio tornano come nuovi. Purtroppo il camoscio si rovina molto facilmente.

Come prendersi cura del camoscio

Come pulire il camoscio

I capi in camoscio vanno sempre conservati a parte e devono stare chiusi dentro un sacchetto di cotone o una scatola. Nel caso di camicie, pantaloni o gilet vi consigliamo di metterli nelle grucce portabiancheria che si usano per il cambio di stagione.

In questo modo saranno al sicuro e non si sporcheranno. Nel caso di scarpe, borse o piccoli accessori, metteteli in una scatola di cartone chiusa.

I capi in camoscio vanno protetti dalla polvere, dall’acqua (e quindi anche dalla pioggia) e dalle macchie. Se vi accorgete che ci sono delle macchie, pulitele subito e spazzolate la zona con un pennello o uno spazzolino.

Il camoscio va pulito dopo ogni utilizzo, soprattutto se sono scarpe, borse o giacche che sono capi a contatto con l’esterno. Basterà passare un panno in microfibra per eliminare polvere, fuligine, forfora e residui di vario tipo.

Come pulire il camoscio

Come pulire il camoscio

Il camoscio si può pulire abbastanza facilmente ma è necessario controllare qual è il modo migliore. Leggete sempre le istruzioni di lavaggio riportate sull’etichetta, dove troverete scritto come si può lavare il vostro capo.

Seguite le regole alla lettera perché il camoscio è delicato e anche molto fragile.

Se nelle indicazioni c’è scritto che va lavato a secco, portatelo in lavanderia e lasciate che se ne occupino dei professionisti. In caso di macchie potete mettere sopra il borotalco e lasciarlo agire per 30 minuti, dopo di che vi basterà spazzolare bene la superficie.

Se invece volete lavare il camoscio perché fa cattivo odore, lavatelo a mano e con acqua fredda e usate un sapone liquido neutro e delicato. Non fate ammollo e cercate di essere veloci.

Se il vostro camoscio appare spento, sbiadito o brutto potete trattarlo con la camoscina. Sprizzate il prodotto e lasciatelo agire per qualche minuto e poi strofinate con una spazzola.

Fonte foto Pixabay, Pixabay, Pixabay

Gli accessori per la scrivania migliori per un ufficio in casa

Gli accessori per la scrivania migliori per un ufficio in casa

Stelle di Natale per decorare casa in vista delle feste di fine anno

Stelle di Natale per decorare casa in vista delle feste di fine anno

Come pulire un fornello bruciato: tutti i trucchi e i consigli per farlo splendere

Come pulire un fornello bruciato: tutti i trucchi e i consigli per farlo splendere

Aceto per pulire casa, come usarlo

Aceto per pulire casa, come usarlo

Come fare i fiocchi di Natale

Come fare i fiocchi di Natale

Come ridurre i rifiuti in cucina

Come ridurre i rifiuti in cucina

Come pulire le scarpe di camoscio senza rovinarlo: tutti i trucchi migliori

Come pulire le scarpe di camoscio senza rovinarlo: tutti i trucchi migliori