come-pulire-materasso

Come pulire un materasso senza tralasciare nulla

È tempo di pulizie di primavera e questa guida completa su come pulire un materasso vi sarà senz'altro utilissima

Tra le mille cose da sistemare in casa, molte di noi non pensano a come pulire il materasso a fondo o credono che non sia necessario detergerlo regolarmente a ogni cambio stagione.

Il fatto che quest’ultimo sia sempre coperto da un lenzuolo non significa che non si accumulino germi e sporcizia. Ma non è così, anzi.

Il materasso è un ricettacolo di polvere, acari, cimici , residui di sudore, urina e possono crearsi delle muffe. Ecco perché dobbiamo abituarci a dare una ripulita al materasso costantemente.

Come pulire tutti i tipi di materasso

come-pulire-materasso-macchie

Per pulire a fondo il materasso,dovrete perderci un po’ di tempo perché,  che sia un memory foam, un materasso in lattice o altri tipi di materassi, dovrete rimuovere ogni tipo di sporcizia.

Per preservare il vostro  materasso il più a lungo possibile, il suggerimento è pulirlo immediatamente, se accade un piccolo incidente.

Se si sporca di sangue, ad esempio, o di altri liquidi, asciugare subito l’umidità in eccesso usando asciugamani puliti o carta scottex e poi utilizzare la soluzione antimacchia più adatta.

La pulizia immediata, di solito, è la cosa migliore da fare, ma prevenire è sempre meglio che curare, per questo,  mettete sotto al lenzuolo il coprimaterasso, per limitare l’accumulo di polvere e parare le macchie.

Ecco come procedere per la pulizia profonda del materasso.

Lascia il materasso all’aria aperta

La cosa migliore per il tuo materasso è l’aria fresca e la luce solare per eliminare naturalmente i batteri. Dopo aver tolto le lenzuola, aprite la finestra di camera da letto per arieggiare non solo l’ambiente, ma anche il materasso – entrambi i lati.

Dopo una mezz’ora, girate quest’ultimo e attendere un’altra mezz’ora.

Come togliere acari e polvere

Inizia a pulire il materasso passando l’aspirapolvere a cominciare dalla parte superiore del materasso, quindi scendi verso il basso.

Insistere soprattutto lungo le pieghe e sui cuscinetti di lana se ci sono, in modo da aspirare la polvere che si è incastrata proprio in quei punti.

Passate l’aspirapolvere su entrambi i lati del materasso e anche lateralmente, lungo i bordi, e infine anche sulle doghe e sulla struttura del letto.

Come rimuvere le macchie gialle

come-pulire-materasso-bicarbonato

Sono varie le tipologie di macchie che possono rimanere sul materasso, come quelle di urina e sudore.  Se non  si è riuscite a pulirle immediatamente,  queste ultime possono causare scolorimenti sul materasso, le famose macchie gialle. Serviranno dei detergenti fai da te o specifici per rimuovere questo tipo di macchia. Ecco dunque come pulire e come disinfettare materassi e cuscini.

Usa il bicarbonato di sodio

Potete trattare le macchie gialle con una pasta di bicarbonato di sodio, sale e acqua. Strofinate la crema sulla  macchia e lasciala riposare per mezz’ora. Rimuovere il tutto con un panno umido e pulito.

Alla fine, aspirare la polvere di bicarbonato in eccesso.

Per i cuscini, utilizziamo una miscela di mezza tazza di bicarbonato più un cucchiaio di aceto da mettere in lavatrice con il cuscino. Ripetete più volte l’operazione se occorre.

Usa un detergente enzimatico per smacchiare

Per pulire le macchie è possibile utilizzare anche un detergente enzimatico. Questo prodotto è generalmente sufficiente per smacchiare. Per utilizzarlo, seguire le istruzioni del prodotto scelto.

Sapone per piatti

Potete anche  creare  una soluzione detergente fai da te, mescolando una tazza di acqua calda e un cucchiaino di detergente delicato per piatti.

Succo di limone e sale

Preparate, sennò, una pasta di succo di limone e sale. Applicare la miscela sulla macchia e lasciarla riposare per 30-60 minuti. Pulite poi il sale con un asciugamano pulito e umido, strofinandolo bene. Lasciare asciugare.

Aceto bianco distillato

Un’alternativa per smacchiare bene il materasso è un detergente fatto con aceto e un po’ di bicarbonato di sodio.

Il bicarbonato di sodio è un agente neutralizzante, il che significa che, oltre a rimuovere l’odore dal materasso, può anche reagire all’aceto, fungendo da smacchiatore.

Versare l’aceto sulla macchia e aspirare poi il bicarbonato di sodio in eccesso dal letto. Lasciate però agire la soluzione per diverse ore prima di passare l’aspirapolvere.

Acqua ossigenata

Un altro detergente fai da te da provare,per rimuovere soprattutto le macchie di pipì e sudore, è quello a base di perossido di idrogeno ovvero l’acqua ossigenata: ecco come usarla.

Mescolare circa 250 ml di perossido di idrogeno al 3 percento, circa 50 ml di bicarbonato di sodio e poche gocce di detersivo per piatti liquido.

Mixare fino a quando il bicarbonato di sodio si dissolve.

Versare la miscela in un flacone spray, quindi spruzzare  sull’intera area macchiata del materasso, lasciando che la soluzione si assorba  sul tessuto.

Lasciare asciugare all’aria la soluzione per almeno un’ora.

Come rimuovere le macchie di sangue dal materasso

come-pulire-materasso-sangue

Non è un caso raro che il materasso possa macchiarsi di sangue, se non si sta attente soprattutto quando noi donne abbiamo il ciclo.

Se questo accade, allora tratta la macchia il più rapidamente possibile usa un detergente a base di sola acqua ossigenata.

Riempire un flacone spray con perossido di idrogeno al 3 percento, da spruzzare sulla macchia.

Lasciare  asciugare e tamponare con un asciugamano pulito. Ripeti la spruzzatura e l’asciugatura della macchia fino a quando non scompare.

Per accelerare il tutto, usa un phon per asciugare là dove hai spruzzato il detergente.

Come togliere le macchie di vomito

Che si tratti di un virus intestinale o di troppi biscotti mangiati prima di coricarsi, sono spesso i più piccoli che prima o poi vomitano a letto, durante la notte.

Per pulire questo tipo di macchia, agire rapidamente è sempre la chiave per eliminarla completamente insieme all’odore.

Preparare la soluzione detergente, mescolando in parti uguali, 50 e 50,  di acqua e aceto bianco in un flacone spray.

Spruzzare l’area sporca del materasso, quindi tamponare con un asciugamano pulito. Continua a spruzzare e asciugare fino a quando il segno scompare.

Successivamente, cospargere un po ‘di bicarbonato di sodio sulla zona trattata per deodorare. Dopo un’ora, aspirare il bicarbonato di sodio e lasciare asciugare il materasso all’aria.

Come deodorare il materasso

Se non puliamo mai il materasso, quest’ultimo a lungo andare emanerà degli odori poco gradevoli, specialmente se avete bambini o animali che possono fare la pipì a letto. Anche il sudore che penetra nelle fibre può causare cattivo odore.

Dopo aver aspirato la polvere dal materasso, cospargere un po’ di bicarbonato di sodio sulla superficie, soprattutto nei punti  dove si concentra il cattivo odore – utilizzando un colino.

Usare poi una spazzola per strofinare delicatamente la polvere, da lasciare agire circa dieci minuti.

Come profumare il materasso

come-pulire-materasso-olio-essenziale

Se il vostro materasso emana  del cattivo odore molto intenso, fortunatamente non è così difficile deodorare quest’ultimo.

C’è bisogno, infatti, solo di due ingredienti per farlo: bicarbonato di sodio e l’olio essenziale. Gli oli essenziali danno al materasso quel profumo rilassante e delicato, perfetto per dormire.

Come fare

Mettere da 10 a 20 gocce di olio essenziale a voi gradito nella confezione di bicarbonato di sodio e agitare per distribuire l’olio e il profumo.

Applicare il bicarbonato di sodio profumato sulle macchie, lasciare agire e aspirare la polvere in eccesso.

Gli oli essenziali più adatti per profumare il materasso sono  lo ylang-ylang, la lavanda, il sandalo e la camomilla.

Non solo hanno un buon odore, ma hanno anche proprietà antibatteriche.

Tra i segreti dell’olio di lavanda officinale è che è ottimo sul materasso, perché può anche evocare un effetto aromaterapico rilassante, che può aiutare a dormire e a rilassarsi meglio.

Suggerimenti per mantenere il materasso pulito più a lungo

Ecco alcune accortezze che possono far durare più a lungo il nostro materasso:

  • Cambiare le lenzuola almeno una volta alla settimana per evitare che residui organici – di pelle morta, sudore, capelli – e gli  acari della polvere, si accumulino sul letto.
  • Mettere sempre il coprimaterasso, che serve soprattutto per evitare all’umidità di penetrare, contribuendo a prevenire la crescita di muffe e funghi.
  • Aspirare il materasso almeno  una volta al mese, soprattutto tra le fessure.
  • Previeni i cattivi odori cospargendo il bicarbonato di sodio sul materasso e lasciarlo riposare per 10 minuti prima di aspirare.
  • Capovolgere il materasso ogni tre mesi. Se è un materasso stagionale, lato inverno ed estate, giratelo ogni sei mesi. Se non lo facciamo, inoltre, dormiremo sempre sullo stesso lato, creando una pressione continua che finisce col deformarlo.  Il perché bisogna girare periodicamente il materasso sta ne fatto che, se si affossa, potrebbe provocare problemi alla schiena.

La pianta del delfino sarà la vostra pianta da appartamento preferita

Ogni quanto si annaffiano le piante grasse?

Come pulire lo spazzolino da denti, alla perfezione

Fare le pulizie è un toccasana per la salute

Il trucco per togliere le pieghe dalle scarpe da ginnastica di pelle

Voglio la cabina armadio: i vantaggi di questo spazio

Le orchidee rare che sembrano delle scimmie