5 cose da sapere prima di preparare i pancake

Lo sapevate che nel giorno di Martedì Grasso si celebra anche il Pancake Day?

 

Se ancora non lo avete fatto, correte subito ai ripari e andate in cucina a preparare un po’ di pancake: se ormai la colazione è un ricordo, possiamo pensare di preparare la versione salata o dei classici pancake dolci da proporre come dessert dopo pranzo o per la merenda con i bambini. Per quale motivo dovremmo mangiare oggi il tipico dolce statunitense? Perché tradizione vuole che nel giorno di Martedì Grasso in America si celebri anche il Pancake Day, la giornata dedicata proprio ai pancake. Ecco, allora, 5 cose da sapere prima di prepararli!

pancake1
Pancake con marmellata e frutti di bosco

1. Il pancake è una frittella

Ebbene sì, altro non sono che frittelle, molto simili alle crepes, ma più spesse, circa 25-30 millimetri: lo spessore è fondamentale, così come la cottura, perché pancake devono risultare belli colorati.

2. La ricetta dei pancake

Dovete avere a portata di mano burro, farina, latte, vanillina, sale, zucchero e uova, ma potete aggiungere anche lo yogurt, la cannella o del miele. Non dimenticate il lievito!

3. Come accompagnare i pancake

Tradizione a stelle e strisce vuole che siano mangiati con lo sciroppo d’acero e il burro d’arachidi, ma possiamo anche utilizzare confettura, cioccolato, frutti di bosco.

pancake
Pancake con miele e frutta

4. Pancake salati

Se il dolce non è il nostro forte, possiamo preparare i pancake salati, eliminando lo zucchero e servendo con burro fuso. E perché non farne una versione salata con uova e bacon?

5. Pancake con le ricette del mondo

Paese che vai, pancake che trovi: in Nuova Zelanda si mangiano con panna e marmellata, in Inghilterra con zucchero e limone, mentre in sud America si servono con un ripieno di dolce di latte.

Andiamo allora ai fornelli a preparare i pancake: